TikTok: Kekka, conquista il web con la sua messa in piega


La 16enne tiktoker Francesca Mangiacasale, dalla Campania lancia la sua messa in piega col termosifone, e questa nuova moda spopola su TikTok. Anzi, ha letteralmente invaso il Pianeta, attraverso le riproduzioni che continuano a moltiplicarsi a vista d’occhio. Sono infatti già più 1.1 milioni per il suo video, che mostra dettagliatamente le fasi del procedimento per ottenere dei fantastici boccoli, come fatti dal parrucchiere.

Il filmato con cui Kekka mostra la piega riccia realizzata utilizzando il radiatore, è diventato virale in tutto il mondo, nel giro di sole poche ore e ne stanno scrivendo all’Estero, anche siti di beauty, stile e moda.

Kekka è di origine partenopea ed ercolanese di adozione. Bella, dinamica e ingegnosa, è una brava studentessa dell’Istituto Carlo Levi di Portici.

Appassionata di fotografia, shopping ‘intelligente’ e danza e aspira a diventare creatrice di eventi web. Passione questa, condivisa dalla sua affiatata famiglia che l’ha sempre seguita, supportandola e incentivando le sue molteplici potenzialità, e guidandola sulla via della solidarietà e dell’amore verso il prossimo, saldamente consolidati nei Mangiacasale, che praticano attivamente e instancabilmente volontariato a sostegno dei più deboli, anche attraverso il supporto concreto del noto store Habana Baby & Kids di Torre del Greco, da sempre concretamente in  prima linea a sostegno dei più deboli.

Solare, positiva e creativa, a Francesca va il merito di avere avuto questa brillante trovata : farsi dei boccoli utilizzando il termosifone di casa. L’idea è piaciuta davvero molto, tanto che ormai va alla grande sul web ed è stata adottata immediatamente da indossatrici, modelle, star e promesse nel mondo della moda e dello spettacolo, che l’hanno fatta propria, assicurandosi così ampia notorietà.

Se prima pensavamo che i radiatori possono essere usati solo per rendere gli ambienti più accoglienti, oggi sappiamo che possono essere utilizzati magnificamente per acconciarsi i capelli!

L’idea, sperimentata su TikTok da Kekka, funziona! Ed è stata questa ragazza nata sul golfo più bello al Mondo, quello di Napoli, e cresciuta all’ombra del Vesuvio, a sperimentare il nuovo e originalissimo uso ‘beauty’ dei termosifoni, servendosi, con ingegno non comune, dei tubi che si riscaldano, per dare forma ai capelli lunghi.

Proprio così è nata la contagiosa trovata geniale di trasformare il radiatore di casa in un beauty tool, rendendolo in pratica un insieme di ferri per boccoli e ricci.

“L’importante è proteggere il viso perché per arricciarsi i capelli in questo modo, bisogna avvicinarlo a una superficie molto calda, e si rischia di rimanere scottati, quindi è indispensabile per sicurezza servirsi di un’asciugamani di spugna (o altro) assolutamente 100% in cotone, come scudo. Semplicemente!” – suggerisce il famoso hair stylist – Emanuele De Cicco, napoletano, che ammira la spiccata inventiva di questa ragazza dall’intelligenza fervida e risponde a quanti lamenterebbero la pericolosità del mezzo.

Non dimentichiamo, infatti, che anche l’uso dell’arricciacapelli elettrico ha il suo rischio, se non adoperato dalle mani esperte del parrucchiere.

L’originale proposta di Kekka è stata ripresa pure dai media anglosassoni, e tra questi, TeenVogue. Non solo! Tanti altri giornali di varie nazionalità ne parlano con interesse. È stata inoltre imitata da un’altra giovane influencer, la modella 17enne Elisa Montorio che con l’idea di Kekka ha ricavato grande pubblicità.

Basti pensare che Francesca, che ha circa 9 mila follower su TikTok, con questo video ha totalizzato già un milione di visualizzazioni. La “ripresa” della Montorio, che è invece già seguita da 20mila persone, è riuscita ad ottenere addirittura 12 milioni di riproduzioni: tutto questo proprio grazie al genio di Kekka e della sua superlativa idea, della quale la dinamica tiktoker partenopea detiene in assoluto il merito, quale geniale ideatrice.

 

Armando Giuseppe Mandile

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − undici =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Fimmg e Covid19: Flashmob dei medici di famiglia per ricordare i colleghi morti
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

L’amore puro raccontato negli scatti della nuova campagna di Zero Models Agency

Questa scuola non è un albergo, Pino Imperatore presenta il suo nuovo libro

Napoli, giocattolo sicuro 2014

“ Parlesia” e “Scavanne ‘int ‘a cascetta”: due bandi per la stagione teatrale 2015-2016

MAGNA GRAECIA FILM FESTIVAL: MILENA VUKOTIC PROTAGONISTA DELLA SECONDA SERATA

Sindaco preoccupato! Ma ai poliziotti chi ci pensa?