Strenne per salvare San Gregorio Armeno, arriva l’automotive


Ai tempi del covid anche un semplice regalo natalizio può assumere un significato diverso soprattutto se l’acquisto contribuisce ad aiutare l’economia locale e le tante attività commerciali in difficoltà a causa della pandemia. Prendendo spunto da un servizio televisivo sulla crisi delle botteghe di San Gregorio Armeno che sta registrando da mesi zero vendite e zero turisti, le aziende che fanno capo alla famiglia Pascarella di Napoli e Caserta, solidi imprenditori presenti da un trentennio sul territorio con i marchi Bmw e Mini della M Car, sono intervenute per aiutare gli artigiani acquistando centinaia di manufatti presepiali in tutte le quaranta botteghe del quartiere. Tra pastori e figure più o meno sacre che animano il presepe napoletano, è stata scelta la natività per il suo significato religioso e di rinascita, donato ai dipendenti del gruppo ed ai clienti storici, come strenna natalizia sotto l’albero.
“Abbiamo intercettato la necessità del territorio e anziché acquistare degli oggetti senza significato per i regali di Natale abbiamo scelto il presepe per ciò che rappresenta in termini di tradizione e di economia della nostra città” ha dichiarato Anna Pascarella.
Un’occasione per uscire fuori dai confini di San Gregorio Armeno, visto che gli artigiai hanno allestito un presepe anche negli spazi espositivi dello showroom automobilistico per farne ammirare bellezza e storia.
“Un gesto bellissimo di responsabilità sociale ed inaspettato che ci ha ridato fiducia e che speriamo altre imprese prendano di esempio” ha detto Gabriele Casillo presidente delle botteghe di San Gregorio Armeno.

Nella foto Gabriele Casillo presidente botteghe San Gregorio Armeno e Anna Pascarella imprenditrice (foto Giorgio)

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette − 3 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Nasce il comitato MeC per combattere l’incuria nel quartiere di Posillipo
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

NàParade continua dopo la festa: reportage e il sogno di un Festival annuale dell’arte di strada a Napoli

Alla Galleria d’arte moderna i dipinti dell’esploratore Savage Landor

In mostra al PAN le fotografie di Henri Cartier- Bresson

Primo Nola all’esame Isernia: al PalaMerliano c’è la corazzata Europea 92

Stefano Coppari Quartet presenta il suo ultimo disco

Legora Party 2018. Presentazione Collezione SS 2019 al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa