Authentico e Gruppo Piccola Napoli: una partnership per la difesa dell’arte del pizzaiuolo napoletano nel mondo


Dal 7 dicembre 2017, ovvero da quando l’Unesco che ha iscritto l’arte del pizzaiuolo napoletano nell’elenco del patrimonio immateriale dell’umanità, sono aumentate le finte pizzerie napoletane in tutto il mondo, dove in molti tentano di approfittare di questo riconoscimento per attrarre clienti.

Authentico, con la sua app gratuita da sempre in aiuto dei consumatori che amano il vero cibo italiano, consente di trovare le vere pizzerie napoletane all’estero, così come i veri ristoranti italiani che rispettano un rigido disciplinare, semplicemente con un click.

Grazie alla partnership con il Gruppo Piccola Napoli, da oggi sull’appAuthentico sarà possibile identificare e riconoscere le pizzerie e i ristoranti associati GPN all’estero che avranno il logo dell’associazione tra i riconoscimenti nella scheda come attestazione di garanzia di qualità della vera pizzeria napoletana.

L’associazione GPN è nata nel 2016 con lo scopo di riunire non solo i pizzaioli ma anche cuochi, pasticcieri e panificatori fino a diventare parte dell’intero mondo gastronomico.

Paco Linus, presidente dell’associazione Gruppo Piccola Napoli, commenta: “La partnership con Authentico ci aiuta ad identificare non solo i tanti napoletani del nostro gruppo trasferitisi all’estero ma anche i tanti stranieri che fanno la vera pizza napoletana. Con quasi 300 iscritti all’Associazione con tanto di tabella e gli oltre 53mila follower della pagina Facebook e, grazie anche all’opera dei corsi di formazione con i nostri Maestri e Istruttori, siamo un importante volano per i prodotti italiani che i nostri associati-pizzaioli utilizzano.”

“Si calcola ci siano oltre 100 mila ristoranti italiani all’estero, di cui gran parte sono pizzerie, basti pensare che solo a San Paolo, in Brasile, ci sono oltre 6.000 pizzerie. Ovviamente la maggioranza non sono italiani, ma furbi imprenditori che approfittano dell’appeal del cibo italiano e della pizza napoletana per ingannare i consumatori. Grazie alla nostra app, che oggi si arricchisce di una nuova partnership, tuteliamo l’identità della pizzeria napoletana autentica nel mondo allo scopo di difendere questa storica professione dalle imitazioni che gettano scredito e confondono chi cerca la vera pizza napoletana.”  replica Giuseppe Coletti, CEO e co-founder di Authentico.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × tre =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente In diretta tv su C21, la Santa Messa solenne dell’Immacolata
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

“M’illumino di meno” arriva a Torre del Greco

LE VIBRAZIONI POSITIVE DELLA COLLEZIONE DIVA GIOIELLI “SPIRIT VIBES” IN ANTEPRIMA A VICENZAORO

Giffoni Experience sostiene “I ragazzi del Bambino Gesù” Ospedale Pediatrico

A Sant’Anastasia la seconda edizione del progetto 6.DONI.LAB – Sotto l’albero: una scuola per tutti!

“Amor Vacui”, personale di pittura di Salvatore Graf alla Fonoteca

Mariglianella: Concerto di Natale promosso dall’Amministrazione Comunale