Chiaiano. Un murales nel ricordo del tabaccaio ucciso


Si chiamava Ulderico Esposito, era sposato e padre di 2 figlie. Da un po’ di tempo vi erano delle scaramucce con un mendicante africano che ogni giorno stazionava all’ingresso della Stazione della metropolitana di Chiaiano (Na), dove all’interno c’è una piccola rivendita di biglietti e sigarette. Quella sera del 4 luglio 2019 scoppiò tra i 2 l’ennesima lite  che portò a quel punto all’esasperazione di Alfred, nigeriano di 37 anni.
Il tabaccaio aveva appena chiuso l’esercizio e  invitava  con modi bruschi il nigeriano ad allontanarsi. Ciò scatenò la sua reazione colpendo con un pugno al volto Esposito facendolo cadere, gli mollò, poi, un secondo pugno.Portato al Cardarelli e operato al capo l’uomo morirà dopo circa un mese di agonia. Il nigeriano fu subito arrestato e condannato in primo grado e in appello a 8 anni di carcere. Del grave fatto si occuparono giornali e TV nazionali. Già molto tempo fa accanto alla tabaccheria il Comune di Napoli con una cerimonia pose una targa in suo ricordo. Ora, invece, un Street Art ha provveduto a disegnare un Murales proprio all’ingresso della Metrò. Era presente all’inaugurazione anche l’assessore ai Giovani Alessandra Clemente.

Foto di Elio Guerriero

ELIO GUERRIERO

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × due =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Lettera aperta alle istituzioni
Successiva Minacce all’imprenditore antiracket Nocerino, Coop Siani: “Piena solidarietà alla vittima"

Articoli Suggeriti

PALLAVOLO: Arzano Volley vince la Coppa Carnevale a Castrovillari

Corruzione, Passariello: “Va combattuta prima di tutto dallo Stato”

“Sapori e colori di Primavera” nei giardini di Villa Signorini

Giosy Romano ascolta i cittadini a Brusciano

BEAUTY & HEALTH FOR CHRISTMAS

Presentazione Pro loco Antonio il Grande