I MAGNIFICI 60 DI STROPPOLATINI


Un compleanno spumeggiante. Il giro di boa de “The FabulousSixties” del dottor Gennaro Stroppolatini, presidente dell’Associazione culturale Amici di Palazzo San Carlo, è stato festeggiato – nel pieno rispetto delle norme anti Covid, poichè tutti  hanno  indossato le  mascherine in maniera esemplare  – presso il Reale Yacht Club Canottieri Savoia presieduto dall’avvocato Fabrizio Cattaneo Della Volta: un’esclusiva serata, con un numero selezionatissimo di invitati, che ha riempito di charme ed eleganza il porticciolo di Santa Lucia, fra le barche da competizione e quelle private attraccate al molo. Ad accogliere i graditi ospiti, il protagonista dell’evento, noto mecenate ed esimio funzionario dell’Ufficio Reclami della direzione BNL, affiancato dal dottor Elio Guerra, suo compagno nella vita e nell’arte, autore del magnifico restaurodi Palazzo San Carlo edificio settecentesco di Santa Maria Capua Vetere di proprietà dell’anfitrione della serata e da lui stesso dedicato al Massimo partenopeo.

Primo ad arrivare, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris nella duplice veste di primo cittadino e di  presidente  della Fondazione Teatro San Carlo di Napoli, che si è a lungo complimentato con Gennaro per  aver  creato la  casa -museo –  ora anche annoverata come Dimora  Storica –  battezzata  dal  2011 Palazzo  San  Carlo,  sede  di  prestigiosi  eventi e dellapresentazioneannuale in anteprimadella stagione teatraledel Teatro San Carlo di  Napoli.

Molte le presenze illustri, fra cuiil sindaco di Santa Maria Antonio Mirra- che ha  consegnato  all’anfitrione  una prestigiosa targa  e una  pergamena a nome  della citta’ di  S.M.C.V. (centro storico che spesso ha beneficiato del sostegno economico e culturale dell’associazione Amici di Palazzo San Carlo), per  il grande  impegno dedicato  al sociale e all’ inclusione e per  i tantissimi  eventi organizzati nell’ultimo decennio per animare il territorio  campano–e il  Prefetto  di Caserta Raffaele Ruberto che ha  letto in pubblico una bellissima  lettera  di elogi  a Stroppolatini per  il suo  grande  impegno  lavorativo  in Bnl  e per  l’ entusiasmo, la tenacia  e  la sensibilita’artistica  e  sociale  che  hanno  fatto  di  lui un’eccellente figura di riferimento culturale sul territorio  campano.

Gennaro, emozionato  e – da buon napoletano –  uomo  di  cuore, ha ringraziato  con visibile commozione per  queste  manifestazioni  di  stima  e  di  affetto e, a sua  volta,  ha voluto dedicare la soirèe alla  madre  Flora Varlese  che lo  ha  avvicinato  alla  lirica  ed al Teatro San Carlo, suscitando in lui una passione inestinguibile per l’Arte in ogni sua espressione e ha omaggiato il compagno  Elio  Guerra  per  aver  restaurato  con tanta  cura  e  passione  Palazzo  San Carlo  e  per  aver  curato  nel  dettaglio tutti  gli  arredi  ottocenteschi .

Tanti gli incoraggiamenti a proseguire nel percorso intrapreso con così notevole successo egli applausi, provenienti da un fitto gruppo di amici fra cui Emmanuela Spedaliere direttore  generale del Teatro San Carlo, la principessa Marina  Amalfitano Colonna presidente  Adsi Campania, Adele Vairo assessore comunale di Caserta in rappresentanza del sindaco Carlo Marino, la dott.ssa Ida Gennarelli direttrice del Museo Antica Capua, il titolare JetsetCapri dott.Fabio Palazzi, esponenti della diplomazia tra cui il Console generale di Francia Laurent Burindes Roziers accompagnato dalla moglie dott.ssa Aurora Bergamini  – chic in un sofisticato abito da sera -il Console Generale di Spagna Carlos Maldonado Valcarcel con il viceconsole  Lucas, il console di Tunisia BeyaAbdelbakie, di rientro da un viaggio di rappresentanza, la tanto attesa console USA Mary Avery.

In piena armonia con il clima istituzionale della serata,Gennaro ha annunciato che la sua associazione ha deliberato in ambito culturale l’attribuzione del“Premio Palazzo San Carlo”al Console Generale di Francia Laurent BurinDesRoziers–nonché la sua consegna a breve, con una cerimonia ufficiale, proprio a Palazzo  San Carlo: Stroppolatini, brillante melomane e appassionato buongustaio – dopo essersi esibito sulle  note  della  Vedova  Allegra di Lehar con la nobildonna  Stefania Martuscelli in un valzer  in stile primo  novecento, evocando  i  fasti  della Bella  Epoquenapoletana – non poteva poi  mancare di offrire ai suoi ospiti un raffinato Intermezzo musicale con un quartetto d’archi del  Massimo partenopeo e un’invitantecena gourmet negli eleganti saloni affacciati sulle terrazze a mare, conclusasi con il taglio della torta – effettuato insieme al compagno Elio Guerra – e i brindisi di congedo.

Visti anche Giusy  Giustino dirigente  costumista del Teatro San Carlo, Rosanna  Purchia Commissario  Straordinario del Teatro  Regio  di  Torino, Giuseppe Ariano direttore comunicazione  Scabec, Tiziana  Maffei  Direttore  Reggia  di  Caserta, Sergio Ragni  proprietario della famosa casa -museo  dedicata a Gioacchino Rossini,  la stilista Giovanna  Panico, Elsa Evangelista ex direttore del Conservatorio di  San  Pietro a Maiella, Paolo Mascilli  Migliorini già Direttore Architetto del Palazzo Reale di Napoli, Giancarlo  Ascione  titolare della maison Ascione Coralli, Annamaria Braschi, Aldo Carnevale, il professore  Ludovico Solima con Valeria Aniello.

LAURA CAICO

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 1 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Presentazione del libro "LA DOLCE SFIDA MONDIALE"
Successiva Il Teatro cerca Casa: Rimandato lo spettacolo Kaléidos

Articoli Suggeriti

La Befana al Museo del Sottosuolo di Napoli

Ambiente, in arrivo la II edizione di WiGreen – Forum sulla Sostenibilità Ambientale

Newscron: l’App per PC, smartphone e tablet che aggrega le notizie da diverse fonti secondo le preferenze dei lettori

A Eboli arriva Magnagrecia

CUCINA PARTHENOPEA: Vermicielle cu’ ‘e Cucuzziell’ cac’ e ‘ove

EcoFoodFertility, anche sulla pizza gli ingredienti che aiutano l’ambiente, la fertilità, la salute