GIFFONI MACEDONIA YOUTH FILM FESTIVAL: L’OTTAVA EDIZIONE


Il mondo sta cambiando, ma alcuni valori restano universali e non conoscono ostacoli. Amore per la cultura, rispetto per gli altri, cura per l’ambiente, voglia di conoscere la diversità e sviluppare il pensiero critico: Giffoni Macedonia Youth Film Festivalè pronta per la sua ottava con un programma “diffuso” che collegherà juror, cinema e idee puntando anche sull’online.

L’evento è in programma dal 25 al 30 settembre a Skopje (Macedonia del Nord). Il progetto è cofinanziato dall’Agenzia Nazionale per il Cinema della Macedonia del Nord, per l’Italia dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali– Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, dal Dicastero della Cultura macedone, sostenuto dall’Ambasciata di Italia a Skopje e organizzato da Giffoni Opportunity insieme all’associazione Planet M.

La formula dell’evento segue il solco di quanto già sperimentato durante le prime due tranche di #Giffoni50: alla giuria composta da oltre 200 ragazzi suddivisi in tre categoriejuniors (dai 10 ai 14 anni), cadets (dai 14 ai 16 anni) e seniors (dai 16 ai 19 anni) – si uniranno gli hub macedoni ed esteri. Saranno 60 i juror chiamati a rappresentare le diverse delegazioni internazionali, di cui ben 15 italiani in diretta dalle Sale Blu e Verde della Giffoni Multimedia Valley. Divisi tra cadets e seniors, Simona Arciello, Nicola Bottiglieri, Andrea Brancaccio, Gabriella Casciello, Anna Di Muro, Giacomo Gabola, Paolo Giannattasio, Racheleantonia Russo, Mario Marcello Cesaro, Nicola Di Meo, Francesco Gabola, Giulia Mancino, Clarissa Russomando, Daniela Senatore e Giacomo Vassallo avrannoil compito di vedere e votare i film in concorso, partecipare alle masterclass e dialogare con i loro coetanei. In collegamento anche giurati da Grecia, Bulgaria, Turchia, Serbia, Romania, Croazia, Spagna, Polonia, Russia, Ucraina e Azerbaijan.

La nuova piattaforma digitale http://youth.mk/ è stata sviluppata per questa speciale edizione e rimarrà in funzione anche dopo il festival per permettere ai ragazzi di continuare a dialogare, offrendo un luogo metafisico di incontro, riflessione e promozione del cinema.

Un’altra novità è la VIRTUAL HOSPITALITY: l’accoglienza è da sempre uno dei valori fondanti di Giffoni, aprire le porte della propria casa vuol dire creare uno scambio e un legame duraturo. Una preziosa esperienza capace di adeguarsi ai tempi: ai 60 juror internazionali, infatti, saranno affiancati altrettanti giurati macedoni pronti a fare da “host” e guidare i ragazzi alla scoperta di questa nuova edizione.

La serata inaugurale è in programma, presso il cinema all’aperto della Cineteca nazionale della Macedonia del Nord, alle 19 di venerdì 25 settembre. All’inaugurazione parteciperà, in collegamento dalla Multimedia Valley, il direttore di Giffoni Opportunity Claudio Gubitosi, il direttore di Giffoni Macedonia Darko Basheski e l’ambasciatore di Italia a Skopje Carlo Romeo.

Durante l’evento sarà proiettato il primo film in concorso del regista italiano Stefano Cipani, MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI, vincitore del premio European Young Audience Award 2020, del David di Donatello 2020 nella categoria film per ragazzi e della prima edizione di School Experience nella sezioneFeature Experience, il festival itinerante promosso da Miur e Mibact e organizzato da Giffoni Opportunity.

In concorso anche altri due lungometraggi italiani: LA GUERRA DI CAM, diLaura Muscardin e WONDER WHEN YOU’LL MISS ME di Francesco Fei, oltre alle opere internazionali HONEY AND CREAM diOnur Tan (Turchia), ROCCA CHANGES THE WORLD di Katja Benrath (Germania), THE WITCH HUNTERS di Rasko Miljkovic (Serbia/Macedonia), DANIEL ’16 di Dimitris Koutsiabasakos (Grecia), YOUNG JULIETTE di Anne Émond (Francia), LIFE WITHOUT SARA AMAT di Laura Jou (Spagna), MAN UP! di Benjamin Parent (Francia), LOVECUT di Iliana Estañol, Johanna Lietha (Germania) e OUR LADY OF THE NILE di Atiq Rahimi (Francia).

Ventiquattro invece i cortometraggi, tra questi gli italiani SANSONE di Chiara Centioni, LUCE & ME diIsabella Salvetti, U SCANTU di Daniele Suraci, GREEN PINOCCHIO di Marta Miniucchi, FAME di Giuseppe Alessio Nuzzo, SULLE PUNTE di Ulisse Lendaro, OSPITE di Chiara Rapisarda, L’ORO DI FAMIGLIA di Emanuele Pisano, IL VESTITO di Maurizio Ravallese, a cui si aggiungono gli internazionali SILENT MOVIE di Melo Viana (Brasile), BOJE di Andreas Cordes e Robert Köhler (Germania), TRACES diPins Sébastien (Belgio), HEAVEN OF CHILDREN di Amir Masoud Soheili (Indonesia), BETTER THAN NEIL ARMSTRONG di Alireza Ghasemi (Iran), AUREMBIAIX di Daniel Carnicé Bernaus (Spagna), BAMBILAND di Danilo Stanimirović (Serbia), SUIT UP! di Jiamin ”Kino” Wu (Stati Uniti), THE WITCH & THE BABY di Evgenia Golubeva  (Russia), NESTLING di Marat Valerievich Narimanov (Russia), MY TAGALONG di Jerry Wang (Canada), LISTEN PAPA! di Olga Poliektova e Tatiana Poliektova (Russia), HEAT WAVE di Fokion Xenos (Grecia), ROBERT THE ROBOT di Jonathan Irwin (Regno Unito), ECHO diBarzan Rostami (Iran).

Non solo proiezioni: in programma anche masterclass e incontri pomeridiani ai quali i ragazzi potranno prendere parte collegandosi online. I webinar saranno trasmessi in diretta streaming e aperti anche al pubblico. Mentre è fissata per lunedì 28 settembre, alle 17, la masterclass del direttore di Giffoni Opportunity.

L’attività di Giffoni Opportunity in Macedonia – sottolinea il direttore, Claudio Gubitosisegue il percorso intrapreso nel 2013 per coinvolgere l’area dei Balcani in un progetto formativo e culturale che cresce anno dopo anno. In Macedonia abbiamo trovato una realtà fantastica, ragazze e ragazzi preparatissimi e dalla partecipazione attiva, organizzazioni culturali, istituzioni locali e nazionali che si sono immediatamente strette intorno all’evento e oggi sono assolute protagoniste. Oggi, con ancora più convinzione, Giffoni Macedonia è pronto ad adeguarsi all’esigenze del tempo, rispondendo ai bisogni dei ragazzi e raggiungendoli fin dentro le loro stanze”.

Infine, mercoledì 30 settembre, è prevista la cerimonia di chiusura in cui saranno proclamati i film vincitori e verranno presentati i lavori prodotti dai ragazzi durante i workshop creativi.

Siamo consapevoli che quest’anno mancherà quella che è probabilmente la parte più importante dello spirito di Giffoni Macedonia – spiega Darko Basheski lo stare insieme, il divertimento, la condivisione delle creazioni dei workshop. Tuttavia, abbiamo cercato di portare ai ragazzi almeno un po’ di allegria attraverso il cinema, di spronare la loro creatività con workshop, permettendogli di condividere questi momenti con i loro coetanei di 12 paesi che parteciperanno virtualmente al festival e guarderanno insieme i film sulla piattaforma”.

Gli fa eco la program director, Dea Krstevska: I nostri giurati sanno che Giffoni è un luogo dove nascono amicizie eterne e grandi idee. Non pretendiamo di insegnare nulla ai giovani, semplicemente offriamo loro un luogo, delle informazioni e degli strumenti perché possano sviluppare le proprie idee e diventare adulti creativi, consapevoli e responsabili, capaci di grandi azioni, in qualsiasi ambito della vita, perché come sappiamo, ciò che comincia a Giffoni migliora il mondo”.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 16 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente A Sant'Elmo va in scena... la Ri-Conoscenza
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Capri Watch: nel 2013 il Capodanno è d’oro con il MultiJoy Rosè

Sì ai soldi per le scorte a politici e Vip e no per la benzina delle volanti

Ai Concerti di Primavera la Serata di premiazione del Concorso di Composizione

TuttoPizza, oggi 1° Convention Nazionale del pizzaiuolo e Trofeo Tuttopizza

Cake design, torta per un 13° Compleanno…

Buon compleanno Museo Novecento