LE RISORSE DIGITALI IN SOCCORSO AI NEGOZI DI PROSSIMITA’


Volti amici. Persone conosciute, riferimenti affidabili, consigli appropriati: ecco l’ingrediente “segreto”, la ricetta vincente che permette ai negozi di prossimità di superare il gap concorrenziale della grande distribuzione, solerte, prolifica, di smisurata ampiezza ma dal volto anonimo. In città diventate sempre più simili a giungle metropolitane che ad agglomerati urbani, in cui vige il diktat – esaustivamente applicato nella cosiddetta “città crudele” – che il cittadino va considerato precipuamente per le due sole funzioni di lavoratore e di consumatore, poter dare un “volto umano” al commercio ha avvicinato larghe fasce di popolazione ai piccoli negozi (spesso a gestione familiare) in cui non sentirsi più solo dei numeri da processare in fredde sequenze commerciali.

L’isolamento dovuto alla pandemia, la paura dei contagi, le interminabili file fuori dai colossi della distribuzione creano disagio in tantissime persone che hanno riscoperto il piacere di rivolgersi ai venditori sotto casa, di entrare in negozietti in cui essere accolti in maniera personale e amichevole: scambiarsi dei saluti, piccole informazioni, commenti sulla situazione attuale, rassicura e connota la spesa di un’atmosfera meno cupa e stressante. Si pone, quindi, per queste minime realtà commerciali (alimentari, artigianali, terziarie e di varie tipologie) l’esigenza di informare i propri clienti in modo capillare, di accogliere le loro richieste e gli ordinativi di prodotti mancanti in modo più rapido, per sostenere il breve ma significativo vantaggio acquistato in questo periodo rispetto ai Big dei supermercati e dei centri commerciali: la soluzione risiede in strategie di crescita online, in risorse digitali che permettano di accontentare la clientela, garantendole consegne di prodotti “a misura” delle loro necessità, nel più breve tempo possibile. Fra queste entità va annoverata Sytapp, marketplace B2C  che – rispetto all’abituale canale di vendita telematica – offre anche un servizio di geolocalizzazione, installabile sugli smartphone con cui individuare il negozio più vicino e confacente al proprio budget, che disponga dei prodotti desiderati al prezzo più vantaggioso: le prenotazioni possono essere effettuate anche in giorni e orari di chiusura delle rivendite e completatecon la richiesta di consegna a domicilio o di ritiro in momenti prefissati, con grande risparmio di costi, tempo, energia fisica.

La presidente Sytapp Marica Caiazzo ha sottolineato in alcune interviste comeSytapp – disponibile su iOS e Android – si rivolga a tutti i possessori di Partita IVA, che possono caricare sulla piattaforma l’elenco dei servizi disponibili, ottenendo un forte aumento della propria visibilità: una nuova veste, pratica e moderna, per ridare al commercio quel volto umano che si era notevolmente affievolito, consentendo nel contempo aentrambe le controparti di godere dei benefici effetti della tecnologia per esaudire i rispettivi “desiderata”, instaurando una relazione sociale di qualità e raggiungendo l’optimum di un servizio rapido e soddisfacente.

 

LAURA CAICO

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Il volto umano del commercio di prossimità
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Mariglianella: apre il Centro Raccolta per Rifiuti Differenziati “Isola Ecologica”

Primo appuntamento estivo dei Concerti del Gusto di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori

Incontro Internazionale di Studio AUGUSTO E LA CAMPANIA

AL VIA LA TERZA EDIZIONE DELLA GARA DI GOLF A FAVORE DELLA ONLUS “quelli che… con LUCA”

“Days of the Dinosaur”, dinosauri e solidarietà a Napoli

Al via il nuovo concorso fotografico Tico “Attacca Scatta e Vinci”