GLI ELISIR NATALIZI DI CASA MENNELLA


Non solo dolci. La novità natalizia di casa Mennella – oltre ai nuovi e irresistibili gusti dei suoi pluripremiati panettoni artigianali – è arrivata come un’improvvisa ventata di freschezza sugli scaffali del bar pasticceria di via Carducci a Napoli e negli altri punti vendita disseminati fra il capoluogo e la casa madre di Torre del Greco: un tris di liquori “home made”  che sta spopolando come dono prelibato da inserire in bellissimi pacchi regalo contenenti tutte le bontà dolciarie Mennella prodotte ad horas. Tra biscotti “nudi” artigianali alle mandorle, alle noci e nocciole,con pezzetti di marrons glacès o scaglie di cioccolato fondente, ricoperti di glasse punteggiate da confettini o profumati di aromi (da sempre simbolo delle feste) come cannella e zenzero, c’è solo l’imbarazzo della scelta: ma anche panettoni, pandori, torte gelato e finissima pasticceria sono molto gettonati per i cesti che arriveranno ad allietare tante tavole imbandite a festa. Ora c’è questa new entry – frutto di un’accurata ricerca – che consentirà, sotto l’egida di Mennella, anche di brindare con distillati di netta origine campana, basati su frutta tipica del territorio rigorosamente selezionata, a incominciare dalla mela annurca.

 Questo liquoredal colore rosso ambrato – definito Nurchetto- è un digestivo che affonda le sue radici nellatradizione gastronomica della Campania Felix: il sapore è tenue – con retrogusto piacevolmente acido, rifrescante e boschivo – che aggiunge alle note alcoliche il dolce sapore della mela.Le annurche sono uno dei fiori all’occhiello della filiera agricola campana che proprio in inverno arrivano ad arricchire il pasto, abbinateai dessert tipici di dicembre, rinfrancando dal freddo esterno e consolando il palato con il loro succo delicatamente acidulo che “pulisce la bocca” dopo pranzi festivi e abbondanti libagioni.

Il liquore di limone,  universalmente noto come Limoncello – realizzato esclusivamente con limoni della costiera sorrentina e amalfitana –è ormai un must del fine pasto italiano per il gusto fruttato el’intensoprofumo. Per quanto riguarda poi il terzo elisir, la fragolina di bosco è strepitosa abbinata a una preparazione alcolica di cui smorza l’aggressività gustativa: il Fragolino – assaporato ben freddo  – è ottimo per chi vuole conservare sulle papille gustative un dolce sentore di frutta zuccherina, ma può dare un contributo superlativo anche altiramisù alle fragole con mascarpone, panna e savoiardi e ai famosi “affogati”,gelati(Mennella…of course..) da gustare immersi in un goloso e inebriante liquido, per garantirsi un dolcissimo Natale, tutto griffato Mennella.

 

LAURA CAICO

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − tre =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente COMUNICATO STAMPA UNA FOTO PER TE: “MONNALISA” STORE FOR CHRISTMAS
Successiva A San Giorgio a Cremano tornano “I Miti del Wrestling”

Articoli Suggeriti

Domenica all’Ippodromo di Agnano, food, bricolage e pony

Il ’68 approda agli Uffizi: donazione di una tela di Ferroni e mostra nella sala delle Reali Poste

TRENITALIA, VIAGGIARE IN EUROPA E IN ITALIA CON INTERRAIL

ACCADEMICI ALLA GALLERIA DEL LEONE

Pharmexpo/Dental Village: Dall’anti – tabagismo ai trattamenti per la prima infanzia

Coisp, stipendi più alti ai magistrati