Meta di Sorrento: Alessandro Cozzolino presenta “Volevo solo essere felice”


Il cielo della penisola sorrentina si tinge di tutte le sfumature dell’arcobaleno in occasione del Gay Pride che si terrà il prossimo 14 settembre 2019 a Sorrento. Il corteo, organizzato da Pride Vesuvio Rainbow e dal collettivo Lgbt Buonvento, in collaborazione col Comune di Sorrento, porterà una ventata di solidarietà ed eguaglianza in costiera. Anche l’Associazione Cuturale Sfumature in Equilibrio, in concerto con l’Amministrazione Comunale di Meta, nelle persone del Sindaco Giuseppe Tito e del consigliere con delega alla cultura Biancamaria Balzano, sostengono la lotta all’eguaglianza,  inserendo nel cartellone un momento di riflessione sul tema, anche attraverso l’evento LibriAmo con l’autore Alessandro Cozzolino e l’opera “Volevo solo essere felice”. Lo scrittore, originario di Torre del Greco, affronta la delicata tematica dell’omosessualità attraverso una serie di testimonianze che aiutano a sdoganare l’ancora cocente tema.

 L’appuntamento è fissato per venerdì 13 settembre 2019 alle ore 19:30 presso la sede dell’Associazione Culturale Sfumature in Equilibrio, nella sala adibita a Biblioteca Gastronomica “Angie Cafiero”. L’incontro godrà dei momenti musicali a cura degli Sbarbagianni Genuflessi e verrà moderato da Antonello Sannino.

 Volevo solo essere felice” racconta le lacerazioni tra figli, madri e padri, parla di coloro che temono di non poter conciliare la propria sessualità con la propria fede, di chi ha dichiarato la propria omosessualità e di chi la tiene nascosta. Ogni discesa, ogni dolore è affrontato con lo sguardo rivolto alla possibilità di un riscatto, di un domani in cui l’accettazione di se stessi possa trasformare il desiderio di felicità, che nel titolo è evocato al passato, in una condizione prossima e reale.

 «Un appuntamento di questo tipo è per me molto importante – dichiara l’autore Alessandro Cozzolino – perché c’è ancora tanto da discutere e tanto da chiarire. Come affermo nel mio libro l’orientamento sessuale non si sceglie, così come non si sceglie il colore degli occhi. A chi entra in contatto con il Gay Pride di Sorrento vorrei dire… che se proprio non riuscite ad amarci, provate a non odiarci, a comprendere, a mettervi nei nostri panni».

 «Umberto Eco diceva “Chi non legge avrà vissuto una sola vita: la propria” – afferma il consigliere BiancamariaBalzano – Attraverso le letture suggerite dai salotti letterari metesi, in questi ultimi anni, abbiamo avuto occasione di viverne tante, conoscendo importanti autori e affrontando i temi più vari, imparando a cambiare punto di vista e trovandoci protagonisti di storie apparentemente tanto lontane da noi. Soprattutto le piccole comunità come la nostra, hanno la necessità di accogliere appuntamenti che diano loro la possibilità di ascoltare, conoscere e fermarsi per un attimo a riflettere».

 L’evento è realizzato in collaborazione con la Libreria Ubik di Vico Equense, il Sorrento Pride e gli Sbarbagianni Genuflessi. Accanto all’Associazione ospitante il ristorante/pizzeria Mazz&Panell, eccellenza del territorio metese che offrirà un gustoso buffet agli ospiti del salotto letterario.
Alessandro Cozzolino: L’autore napoletano, originario di Torre del Greco, è attivista omosessuale, scrittore e coach professionale. Negli anni ha incontrato e sostenuto persone gay che, nella sua più recente pubblicazione “Volevo solo essere felice” sono testimoni diretti di una realtà ancora tutta da sdoganare. Questo libro ha l’obiettivo di fare chiarezza, pagina dopo pagina, sulle conseguenze dell’omofobia. Cozzolino lavora inoltre come consulente e collabora con le scuole, tenendo incontri di sensibilizzazione contro il bullismo e l’omofobia. Le delicate tematiche sono trattate anche su giornali e riviste con le quali collabora. Con Centauria ha pubblicato “Esercizi di felicità” e “La felicità secondo Arturo”.

 Antonello Sannino:L’evento LibriAmo gode di un relatore d’eccezione. Si tratta del presidente di Arcigay Napoli Antonello Sannino, napoletano doc, classe 1977 e laureato in Ingegneria Chimica. Da sempre attivista per i diritti civili, tecnico FIDAL (Federazione Italiana Atletica Leggera), Presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Pochos Napoli, componente del Tavolo nazionale LGBT, Presidenza del Consiglio dei Ministri. Sannino è inoltre firmatario nel 2018 della Carta del Marseille Pride con le organizzazioni LGBT di Marsiglia, Napoli, Pompei, Istabul, Beirut, Tunisi e Algeri.

Gli Sbarbagianni Genuflessi: una giovane scoperta musicale del territorio peninsulare è costituita dalla band formata nel 2018 degli Sbarbagianni Genuflessi. Questa realtà nasce dalla volontà di quattro giovani musicisti. Si tratta della batterista Antonella Mercurio, il cantante Francesco Lardaro, il chitarrista Alessio Salvato e il bassista Jacopo Carlesi. Le quattro promesse musicali hanno unito la volontà di crescere insieme al repertorio pop, rock e soul. L’evento LibriAmo del 13 settembre cinge il loro debutto ufficiale nel panorama musicale della penisola sorrentina e rappresenta il banco di prova della propria carriera.

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Cola Drink Festivalbar 2019, premio alla carriera a Gigi Finizio ad Alife
Successiva DAL PALCO DEL SAN CARLO ALLE LOCOMOTIVE DI PIETRARSA LA DANZA DEL “PULCINELLA” DI STRAVINSKIJ

Articoli Suggeriti

Basiliche&Ragù: cultura dell’arte e della gastronomia

MUSEO MADRE GIORNATA INAUGURALE “POMPEI@MADRE”

GUERRIERO LUVO ARZANO SFIDA PLAYOFF A CASERTA

Al ROMEO hotel Cordisco hammond trio feat Gegè Munari

Gli artigiani di Millemani alla Fiera della casa

McDonald’s, il sogno continua. L’Under 18 vola in finale provinciale