Manageritalia Campania: i Manager tra impegno civile e sociale


Manageritalia Campania ha tenuto quest’anno la consueta Cena degli Auguri di Natale presso una location molto suggestiva: la Chiesa di San Potito che si trova, sull’omonimo colle, nei pressi del Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

La chiesa, chiusa dal 1980, poiché situata all’interno del centro storico della città di Napoli, dichiarato patrimonio dell’UNESCO nel 1985, è stata riaperta il 22 giugno 2017 dall’ Associazione ”Ad alta voce” il cui presidente è il Maestro Carlo Morelli. L’obiettivo primario dell’associazione: il restauro della sacrestia della chiesa in modo da poterla destinare alla formazione di laboratori musicali, recitazione e spettacolo.

La caratteristica chiesa, dalla facciata a portico di epoca seicentesca, all’interno custodisce svariati dipinti tra cui la Madonna del Rosario di Luca Giordano (1664); I Miracoli di San Potito (1784) e l’Immacolata (1791) di Giacinto Diano; il Martirio di San Potito di Niccolò de Simone (1654); Madonna e santi di Andrea Vaccaro; Madonna della Purità e santi di Pacecco De Rosa.

La serata è stata allietata dal coro That’s Napoli, che ha dato il meglio di sé facendo ascoltare svariate canzoni del suo repertorio e coinvolgendo emotivamente e fattivamente il pubblico intervenuto.

Il Presidente Rossella Bonaiti dopo aver presentato il Presidente Nazionale Guido Carella e il Vice Presidente Nazionale Antonella Portalupi, sottolinea “…il vero significato del Natale… la solidarietà verso i meno fortunati…” infatti, come ogni anno, sono state consegnate le buste per la raccolta dei fondi che, generosamente, i dirigenti associati, hanno devoluto in beneficenza all’Associazione Pro Giovani di Scampia.

Parlando di solidarietà, quest’anno Manageritalia Campania e Prioritalia, nata per promuovere l’impegno civile e sociale della comunità manageriale sull’intero territorio nazionale, perseguono l’obiettivo comune di restituzione di valori e competenze a supporto di progettualità innovative e concrete a beneficio di progetti come quello dei Giovani di Scampia.

Federica Cordova, Consigliere dell’associazione campana, accoglie Padre Sala, gesuita del centro Hurtado di Scampia, per spiegare ai presenti il progetto: “Spirito di iniziativa, voglia di fare e volontà di cambiamento… oltre a questo capacità di dare seguito alle parole, alle azioni, questa è la mission di Prioritalia ed in particolare dell’associazione campana con il  progetto che stiamo portando avanti su Scampia, un progetto imprenditoriale di volontariato, di lavoro e di responsabilità portato avanti insieme a tre giovanotti come Roberto Rocco, Alfredo Pepe e Gianni Vaccà”.

La serata continua con la premiazione dei vari vincitori dei concorsi banditi da Manageritalia Campania:

  • Concorso di Disegno: tutti i bimbi che con i loro disegni hanno dato vita ad un bellissimo calendario
  • Concorso di fotografia: ha vinto la foto dal tema “Integrazione Razziale”
  • Borse di Studio Fondo M. Negri: tutti i figli meritevoli degli associati iscritti

Quest’anno si è aggiunto il Premio Mammanager: una menzione speciale per tutte quelle donne in carriera e che hanno figli ancora minori e che si battono tra pappe e planning…

Il Vice Presidente di Manageritalia Campania Valerio De Martino ha spiegato a tutti la motivazione:

Questo nostro evento di Natale è ogni anno l’occasione per celebrare eventi, iniziative, figure professionali e anche comportamenti virtuosi e progetti sia che rappresentino realtà concrete e fattuali sia solo speranze e semi di giorni futuri migliori. Durante lo scorso consiglio Direttivo di Novembre abbiamo condiviso di rivolgere il nostro riconoscimento al ruolo della Donna, al ruolo di Voi Donne, ovunque siate, dalle più giovani alle più sagge, siate ancora dedite allo studio, alla sola famiglia, alla famiglia e al lavoro o, anche, ad attività di rilevanza sociale; per quello che avete sempre fatto e che continuate a fare, per quello che non vi è concesso ancora di fare, per quello che tante volte NON DITE, e  AHIME’, per le cose atroci che subite  in ogni “dove nel mondo” per le quali, almeno su questa terra, non ci deve essere né tolleranza né perdono. Avremmo voluto premiarvi tutte ma, naturalmente, possiamo solo rivolgerci alle donne più vicine alla nostra Associazione che realmente e simbolicamente incarnano il Vostro impegno, la Vostra responsabilità, la Vostra capacità di gestire “managerialmente” le mille cose della vita tutti i giorni”.

Elena Simonetti

 

Foto: Annamaria Simonetti

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Un mondo di solidarietà. La Cucinotta a Napoli per l'XI edizione
Successiva AAA Accogliere ad Arte arriva nel metrò dell'arte

Articoli Suggeriti

San Giorgio a Cremano, “Scegli la vita: non bere!””

Nessun lacrimogeno lanciato dal Ministero della Giustizia

VERDI: CAVA RICONTA, SEMPRE ATTUALE L’ALLARME PERCOLATO

Roberto Bolle and Friends. Viaggio nella Bellezza a Pompei

Natale in Reggia: visite guidate, visite narrate e laboratori all’Orto Botanico e al Museo Ercolanense nella Reggia di Portici

Gino Rivieccio al CinemaTeatroRoma di Portici