LA STRADA PER SCAMPIA


33 minuti per percorrere la tratta Garibaldi-Piscinola con La linea 1 della metropolitana di Napoli e si arriva al capolinea… la delegazione di Manageritalia Campania si ritrova nella stazione che serve i quartieri di Piscinola e Scampia… è immensa, con le sue mura di cemento imbrattate da scritte e disegni osceni. Chi ha visto la stazione di Toledo, una delle più belle d’Europa, non immagina che a soli 10 km dal centro di Napoli c’è anche “questa” di stazione.

Scampia… per chi non la conosce … è un quartiere di Napoli, situato nell’estrema periferia nord della città. Le sue, tristemente famose, “vele”, si ergono a mo’ di monito verso chi si appresta a percorrere il territorio delle zone 167 che, ultimamente si è conquistato, suo malgrado, il ruolo di ambitissima scenografia di produzioni cinematografiche e televisive a tema camorra, disagio e riscatto sociale. Rifugio di disadattati e povera gente con tassi di  disoccupazione più alti d’Italia, questa povertà ha determinato l’esplosione di una criminalità organizzata che ha trovato terreno fertile per tutti i suoi traffici, lavoro nero, racket e traffico di droga.

Gli enti locali puntano soprattutto alla lotta alla criminalità e riqualificazione urbana ma fortunatamente accanto ai servizi di natura pubblica, si sono radicate nella cultura del quartiere delle associazioni/centri culturali che da anni combattono degrado, disoccupazione, inadempienza scolastica etc.

L’obiettivo del nostro viaggio a Scampia è proprio uno di questi centri, fondato dai Padri Gesuiti, il Centro di formazione culturale e professionale “Alberto Hurtado”.

Ad accoglierci è Padre Fabrizio Valletti, gesuita, romano, fondatore del Centro che prese al volo l’opportunità che il comune di Napoli aveva dato nel bandire un progetto di polo artigianale a Scampia e quindi ha fatto di tutto per poter far nascere, finalmente, il centro Hurtado.

Ha dato vita all’I.P.A.M. , Istituto Pontano delle Arti e dei Mestieri, ente di formazione professionale, a corsi di formazione professionale, ad attività artistiche e sportive e ad un portale internet. All’A.Qua.S., Associazione Animazione Quartiere Scampia che opera a sostegno della formazione e della crescita culturale delle fasce più povere ed emarginate della popolazione del quartiere Scampia e delle altre zone popolari della città di Napoli e dulcis in fundo alla Cooperativa Sociale “La Roccia”, all’interno della quale si è sviluppato il marchio “fatto@scampia“, che contraddistingue i prodotti dei laboratori di sartoria e di cartotecnica.

Federica Cordova, Consigliere di Manageritalia Campania e coordinatrice del gruppo territoriale di Prioritalia, fa da portavoce sull’attenzione che Manageritalia a livello nazionale sta dando a Scampia ed in particolar modo alla cooperativa La Roccia: “Sarà uno dei progetti faro della fondazione Prioritalia (veicolo dei manager per contribuire allo sviluppo e all’innovazione sociale),  ricercare le capacità e le aspettative manageriali sul territorio, sia sull’aspetto sociale che di progettualità, con collegamenti con gli stakeholder locali”. La proposta è quella di un rafforzamento commerciale per una più proficua distribuzione dei prodotti.

Padre Fabrizio Valletti, visibilmente contento dell’attenzione che Manageritalia intende dare a Scampia, spiega che parlare di legalità, onestà, formazione e lavoro in un contesto all’interno del quale molte famiglie hanno la maggioranza dei componenti in carcere e dove l’unica cultura del lavoro nota è quella del sommerso,  è certamente una sfida, come una sfida è quella di avvicinare la città alle periferie: “anche a Scampia si può sognare, si può cercare di vivere insieme nella legalità e nella libertà”.

Elena Simonetti

Vedi il video

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Calcio. Il Napoli pareggia e fa contenta la Juve
Questa è la storia più recente

Articoli Suggeriti

Grande successo a Brusciano per la Festa dei Gigli

ENOTURISMO IN PUGLIA CON LA FESTA DELLA VENDEMMIA

GUERRIERO LU.VO ARZANO, A LATINA CON UNA COZZOLINO IN PIU’

Apecchio, mostra Mercato del Tartufo e dei prodotti del bosco

Nel cuore di Neapolis dal Teatro Antico alla Chiesa di San Paolo Maggiore

GUERRIERO LU.VO ARZANO, A GRANDI PASSI VERSO L’ESORDIO