La pasticceria di Mario Di Costanzo a Festa a Vico


mario di costanzo

Il pastry chef Mario Di Costanzo, terza generazione di pasticcieri a Napoli, è tra i protagonisti della sedicesima edizione di Festa a Vico: la pasticceria d’avanguardia del pastry chef napoletano sarà infatti in degustazione durante due esclusivi eventi della festa di Vico Equense, l’appuntamento enogastronomico più atteso della Penisola Sorrentina nato da un’idea dello chef due Stelle Michelin Gennaro Esposito del ristorante La Torre del Saracino. Domenica 3 giugno le raffinate creazioni di Mario Di Costanzo saranno in degustazione durante La Repubblica del Cibo l’evento che trasforma l’intero paese in una cucina a cielo aperto:  botteghe, strade, giardini e palazzi storici accolgono grandi chef provenienti da tutta Italia che, per una sera, si ritroveranno a cucinare fianco a fianco sotto lo sguardo vigile dei passanti. Per l’occasione Di Costanzo realizzerà live mignon, tartellette e bigné, piccole creazioni di alta pasticceria dalle forme sferiche e quadrangolari dal forte impatto visivo. Martedì 5 giugno i dolci di Mario Di Costanzo andranno a stuzzicare il palato del pubblico di Dessert Storm ospitato nella location mozzafiato di Marina d’Equa di Seiano: un percorso a tappe, composto da soste gustose, interamente dedicato alla pasticceria d’eccellenza che vede la partecipazione di 20 tra i migliori chef pasticcieri della ristorazione italiana.

Mario di Costanzo è un calligrafo della pasticceria. Nelle sue mani i dolci della tradizione si ridimensionano, i dessert si trasformano in vortici di gusto, le torte diventano tele pittoriche d’impatto dalle  mille stratificazioni di gusto e colore. Non dolci tout court ma vere e proprie opere d’arte di rara bellezza, impreziosite con foglie d’oro, d’argento e piccoli petali di fiori. Nel suo laboratorio, nato dalle scuderie di un palazzo del 1800 di piazza Cavour, ogni giorno vengono selezionati ingredienti di prima qualità provenienti da tutto il mondo impiegati per dare vita a dolci raffinati che esprimono bene quella voglia di sperimentazione e nouvelle vague di cui Di Costanzo si fa portavoce.

Mario Di Costanzo, napoletano, classe 1982, è la terza generazione di una famiglia di pasticcieri nella Napoli più verace e popolare, con laboratorio e punto vendita in piazza Cavour, alle spalle del colorato mercato rionale dei Vergini e a pochi passi dal Museo Nazionale Archeologico, straordinario amalgama di antico e contemporaneo. Pastry chef e maitre chocolatier, ha perfezionato la sua formazione alla Boscolo Etoile Academy. Da anni porta avanti una ricerca che si muove sullo stile e l’eleganza dell’alta pasticceria francese coniugando avant garde e spirito partenopeo. Estro creativo e padronanza della tradizione danno vita a dolci che sono vortici di colori e forme, dessert trompe-l’œil che invitano il consumatore a sorprendersi amplificando il piacere della degustazione. Nelle sue mani i dolci della tradizione si ridimensionano, le torte si trasformano in tele pittoriche d’impatto, la forchetta diventa uno strumento per studiarle all’interno e scoprirne le mille stratificazioni di gusto, colore e stupore. Nel suo laboratorio, nato dalle scuderie di un palazzo del 1800 di piazza Cavour, ogni giorno prendono forma Saint- Honoré, éclairs, tarte au chocolat, macarons si mixano al babà, al tiramisù e alla cassata tipicamente italiani.

Pasticceria Mario Di Costanzo

Indirizzo: piazza Cavour 133-35 – Tel. 081 450180 www.dicostanzopasticceria.it

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Precedente PASSIONI SENZA FINE 2.0: è tornata la web soap opera di successo di Giuseppe Cossentino
Successiva Gianluca Biscalchin in un’azione di arte site specific sulla gradinata del Chiatamone

Articoli Suggeriti

“LA NUOVA FRONTIERA DEL PACKAGING”: SARONG PRESENTA AL PADIGLIONE EXPO CIBUS È ITALIA IL SISTEMA TWISTERCUP 2.0

“Non vedo, non sento… non rischio!” La città di San Giorgio a Cremano contro i fuochi di artificio

Al via la IX Edizione degli Incontri di lettura… a voce alta

PASQUA A NAPOLI CON MANI E VULCANI

Tifo violento e ‘trattative’ con i capi ultras, il Coisp: “Guardiamo fuori casa e vediamo che c’è chi non lascia alcuno spazio ai delinquenti”

Indipendente-MENTE Oasi Music fest: a Scario musica, cibo e cultura