La Sfogliacampanella che fa impazzire i napoletani (e non solo)


E’ stata inaugurata ieri sera “Sfogliacampanella”, primo punto vendita in Italia esclusivamente dedicato al dolce dal cuore di babà che già da qualche mese va a ruba presso l’atelier del gusto “SfogliateLab” (sito a Napoli in piazza Garibaldi) ed altre pasticcerie sparse in tutta Italia che fanno riferimento a Vincenzo Ferrieri (creatore del dolce) per le loro forniture.

Centinai di avventori, napoletani e non, hanno invaso il punto vendita di Via San Biagio dei Librai 110 per degustare la Sfogliacampanella, che – per l’occasione – è stata offerta gratuitamente in tutte le sue varianti: cioccolato fondente, cioccolato bianco, arancia, pistacchio, classica e panettone. Per l’occasione sono state offerte anche le sfogliatelle (dolci e rustiche, in decine di versioni diverse) che da decenni la famiglia Ferrieri produce e somministra presso il punto vendita di piazza Garibaldi.
Hanno partecipato al momento inaugurale: il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris; l’assessore con delega al Made in Naples, Daniela Villani; e l’assessore alla Scuola, Annamaria Palmieri.

La Sfogliacampanella

Non è una sfogliatella, non è un babà, né tanto meno un dolce alla ricotta. Una ricetta rimasta per quasi un secolo nella memoria di una storica famiglia di pasticceri partenopei, i Ferrieri, torna a vivere. La sintesi della tradizione pasticcera del capoluogo campano si chiama “Sfogliacampanella”, un dolce che non finisce mai di stupire con i suoi tre strati di gusto: presenta all’esterno la sfogliata a pasta riccia e dentro, avvolto in un cuore di cioccolato e in una raffinata mousse a base di ricotta, il babà in versione mignon. Sembra facile ma non lo è. Il segreto è nella crema di ricotta miscelata. Un dolce che invita chi lo assaggia a prendersi del tempo, obbliga i golosi a concedersi diversi momenti di piacere assaporando la tradizione che lo accompagna e magari cercando di indovinare la sua antica e preziosa ricetta.
Se oggi questo dolce speciale, con oltre 100 anni di storia alle spalle, è tornato finalmente in commercio lo si deve solo a Vincenzo Ferrieri, titolare del marchio SfogliateLab, esponente di una famiglia di maestri pasticcieri. “Da ragazzo ho sempre avuto la passione per la pasticceria creativa  – spiega Vincenzo Ferrieri – .  Con la Sfogliacampanella vogliamo ricalcare la tradizione culinaria della sfogliatella e dare avvio a un nuovo rito del piacere, portandolo in giro partendo ovviamente da Napoli”.

Il giorno della Befana sfogliacampanelle gratis per tutti i bambini

In occasione della grande Festa della Befana organizzata dal Comune di Napoli in Piazza del Plebiscito, il 6 gennaio 2017 dalle 11.00 alle ore 13.00 , SfogliateLab allestirà uno stand ove i più piccoli potranno degustare dolci gratis e mettere le mani in pasta producendo le sfogliatelle.
Vincenzo Ferrieri ha già contribuito in passato a iniziative di beneficenza, tra queste “Il Convivio”, la più importante Mostra Mercato di beneficenza organizzata in Italia a favore di ANLAIDS Sezione Lombarda presso FieraMilanoCity.

Sfogliacampanella
Opening: 2 gennaio 2017, ore 19
via San Biagio dei Librai, 110 (Napoli)
www.sfogliatelab.it
FB: Sfogliatelab Tentazioni Partenopee
Sfogliacampanella

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 5 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente La violenza che mina l’identità: il nuovo romanzo di Francesco Torellini
Successiva A Sorrento, il brano “Roma capoccia” diventa un goloso maxi presepe di zucchero e cioccolata

Articoli Suggeriti

SPLENDORI DEL RINASCIMENTO A VENEZIA. Andrea Schiavone tra Parmigianino, Tintoretto e Tiziano

Al via la 4°edizione del Corso di Formazione per Manager di Rete

La Campania e le sue eccellenze gastronomiche protagoniste al Sanremo Village 2018

Assegnata ad ‘A Pizza la prima pizza napoletana surgelata il Brevetto per Invenzione Industriale

IL CINEMA CI MANCA: DA GIFFONI LE SALE RACCONTANO LA NOSTALGIA PER IL PUBBLICO

In mostra a Cosenza L’unità dei contrari