Il Museo Cappella Sansevero “Adotta una strada”. Nuovo design per via Francesco De Sanctis e via Raimondo de Sangro


Martedì 6 dicembre sarà inaugurata la nuova area tra via Francesco De Sanctis e via Raimondo de Sangro nel centro antico di Napoli, dopo gli interventi di riqualificazione realizzati a cura del Museo Cappella Sansevero.

I lavori, iniziati lo scorso 10 novembre, sono durati meno di un mese. Gli interventi effettuati sono stati previsti nella convenzione firmata il 10 ottobre 2016 tra il Museo e il Comune di Napoli, ai sensi della delibera “Adotta una strada” (delibera n. 29 approvata dal Consiglio Comunale il 16 luglio 2015), che autorizza la presa in affidamento di un’area pubblica da parte di privati, che si occupino di ogni spesa di gestione ordinaria e arredo urbano. Il progetto per la riqualificazione, l’arredo urbano e la manutenzione di via De Sanctis e parte di via de Sangro ha ricevuto l’approvazione del Comune di Napoli e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli.

Contemporaneamente all’adozione della strada si dà finalmente attuazione alle prescrizioni delle diverse Soprintendenze di Napoli che, a partire dal 1990, prevedevano l’interclusione al traffico veicolare nelle vie antistanti la Cappella Sansevero, per la salvaguardia dell’integrità del bene.

Dai prossimi giorni la nuova area avrà così un design del tutto nuovo, funzionale e accogliente, di cui beneficeranno tutti, grazie all’impegno e al considerevole sforzo economico da parte della società Museo Cappella Sansevero. La riqualificazione e la manutenzione consentiranno non soltanto agli abitanti della zona di vivere al meglio le strade che percorrono e abitano ogni giorno, ma anche agli ospiti del Museo di migliorare la propria esperienza di visita già all’esterno di uno dei più importanti complessi monumentali italiani, e ai turisti in generale di sostare in un’area confortevole nel cuore del centro storico della città.

Si comincerà alle ore 16.00, martedì 6 dicembre, con la “Presentazione del progettoai residenti e alla stampa presso il Convento di San Domenico Maggiore, alla quale interverranno: Nino Daniele, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli; Mario Calabrese, Assessore alle Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Napoli; Capitano Michele Centola, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Napoli-Centro; Carmine Masucci, Amministratore del Complesso Monumentale Cappella Sansevero; Fabrizio Masucci, Presidente Museo Cappella Sansevero; Maurizio Nicolella, ideatore e responsabile del progetto di arredo urbano.

Dopo la presentazione, alle ore 17.15, si proseguirà in via Francesco De Sanctis per il “taglio del nastro” e per mostrare il risultato dei lavori realizzati e il design del nuovo arredo urbano: dall’aggiunta di nuovi corpi illuminanti, alle fioriere e ai contenitori per la raccolta differenziata in acciaio corten posizionati lungo tutto il tratto di via De Sanctis, fino alle moderne ed eleganti panchine – provviste di presa di corrente e attacco usb per permettere di ricaricare cellulari e altri dispositivi elettronici – e ai pilomat di ultima generazione. Il progetto, che riguarda il tratto di strada tra l’ingresso e l’uscita del monumento, su via Francesco De Sanctis e su parte di via Raimondo de Sangro, ha visto anche la risistemazione del pavimento stradale in basolato di pietra lavica.

A seguire, dalle 17.30 alle 20.30, per l’occasione e in via del tutto straordinaria, la Cappella Sansevero aprirà ai cittadini a titolo gratuito.

Un programma articolato e coinvolgente, quindi, per festeggiare insieme il nuovo look di un’area nel cuore del nostro centro storico percorsa da centinaia di migliaia di visitatori ogni anno.

La nuova area pedonale, che rientra nel piano delle variazioni alla ztl del centro antico secondo le decisioni del Comune di Napoli, consentirà di salvaguardare gli spazi antistanti il Museo e di ospitare i visitatori in un’area senza  traffico veicolare, che ha costituito in questi anni, per evidenti ragioni logistiche, un pericolo per la stessa incolumità di turisti e visitatori e che, fino ad oggi, ha reso complicata ed estremamente disagevole l’esperienza della fruizione di uno dei più importanti monumenti italiani. In particolare, l’accesso ai mezzi sarà inibito su via F. De Sanctis e lungo la prima parte di via R. di Sangro, secondo orari precisi stabiliti dall’Amministrazione Comunale.

La manutenzione dell’area, di proprietà del Comune di Napoli, la sua pulizia, i consumi di energia elettrica del nuovo impianto di illuminazione, la cura delle fioriere saranno a carico del Museo Cappella Sansevero che auspica di contare sulla collaborazione da parte dei cittadini per assicurare il rispetto dei luoghi al fine di conservare integro il patrimonio comune.

L’impresa che ha realizzato i lavori è la GM Costruzioni S.r.l., sotto la direzione del Prof. Ing. Maurizio Nicolella, redattore del progetto di arredo urbano. La convenzione avrà durata di 3 anni. Successivamente il soggetto affidatario potrà inoltrare richiesta di proroga all’adozione dell’area pubblica inviando apposita comunicazione al Comune di Napoli.

La convenzione prevedeva per l’esecuzione dei lavori una durata massima di 12 mesi. Tuttavia, il Museo Cappella Sansevero si è impegnato con ferma determinazione affinché gli interventi si effettuassero in tempi molto rapidi, ricorrendo a più squadre di tecnici e operai, per non creare disagi ai residenti della zona in un periodo particolarmente movimentato come quello natalizio.

Il Museo Cappella Sansevero si augura che tutti i cittadini, i turisti e soprattutto i residenti della zona possano fruire da oggi costantemente di un’area moderna, curata, pulita e confortevole.

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente LA LUVO BARATTOLI ARZANO CADE SUL CAMPO DEL SANTA TERESA DI RIVA
Successiva FONDAZIONE MUSEI CIVICI DI VENEZIA: ATTORNO A KLIMT GIUDITTA, EROISMO E SEDUZIONE

Articoli Suggeriti

Pallavolo, Gaia Energy Napoli in finale play off

Nasce a Napoli il primo Gruppo FAI, PONTE TRA CULTURE

Scarcerato il giovane che aggredì il carabiniere morto dopo un anno di coma

Babà, flash e musica: è festa in via dei Tribunali

FLORENCE BIENNALE: SALVA LA MEMORIA DELLE OPERE DISTRUTTE DALL’ISIS A MOSUL

Anniversario dell’Elettrice Palatina: ingresso gratuito alle Cappelle Medicee e “incontro” in Galleria Palatina