Giornata conclusiva del Mondiale del Pizzaiuolo, convegni, libri e concerto di Ron al Napoli Pizza Village


Intenso programma per la seconda giornata, oggi, mercoledì 7 settembre, del Napoli Pizza Village in svolgimento sul lungomare partenopeo. La manifestazione, inaugurata dal Sindaco di Napoli de Magistris, ha riscontrato subito una notevole partecipazione di pubblico accorso sul lungomare per degustare il piatto tipico partenopeo: la pizza.

Il fitto manifesto organizzativo dell’evento vede tra i punti focali la giornata conclusiva del “Campionato Mondiale dei Pizzaiuoli – Trofeo Caputo” giunto alla 15.ma edizione. La gara assegna 9 titoli  ad altrettante categorie di pizzaioli che realizzeranno: dalla “Pizza classica” fino a quella acrobatica, passando per la “Pizza senza glutine” e la categoria S.T.G. (Specialità Tradizionale Garantita). Alle categorie storiche, quest’anno, si è aggiunta una novità: quella della “Pizza Americana”.

Altro appuntamento, estremamente interessante, è quello fissato la sera alle 21 sul palco del Napoli Pizza Village che propone l’esibizione di un grande artista italiano: Ron, in concerto. Tra le ultime tappe di un tour lungo tutto lo stivale, uno dei più importanti e amati cantautori italiani, presenterà nella favolosa cornice del Golfo di Napoli, il suo nuovo disco “La forza di dire si”. Un album ricco di sorprese, con 24 duetti con artisti del calibro di Marco Mengoni, Loredana Bertè, Lorenzo Fragola e Bianca Atzei, il cui ricavato sarà devoluto a favore della ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Intanto è sempre la pizza a tenere banco, con le sue 50 pizzerie storiche che animano l’intero progetto del Napoli Pizza Village, tanto da animare anche la presentazione del libro: #pizzaUnesco orgoglio italiano nel mondo (ore 18). Il volume, realizzato dalla Fondazione UniVerde, illustra la lunga cavalcata nei diversi Paesi per la straordinaria raccolta firme di vip e gente comune intorno al sogno, ormai sempre più vicino, far in modo che l’antica arte dei pizzaiuoli napoletani e il loro cibo  siano considerati   patrimonio immateriale dell’umanità.

Prosegue anche l’iniziativa NPV Pizza Class, realizzata in collaborazione con Casa Rossopomodoro, Associazione Pizzaiuoli Napoletani e Mulino Caputo. La speciale aerea nella quale gli appassionati di pizza possono scoprire i segreti della pizza napoletana e contribuire a un’importante azione di beneficenza. Ogni sera, tre famosi Maestri Pizzaiuoli sono protagonisti di vere e proprie “Pizza Class”, lezioni alle quali potranno iscriversi fino a un massimo di 45 partecipanti che impareranno a preparare la pizza nei forni elettrici che abbiamo in casa.

L’iscrizione è obbligatoria con il versamento di una quota minima di 10€ interamente devoluta all’Associazione Un Cuore per Amico Onlus guidata dal prof. Carlo Vosa, Professore di Cardiochirurgia presso l’Università Federico II. Ci si prenota online sul sito www.rossopomodoro.it – nella sezione casa Rossopomodoro – dove è possibile scegliere, in base al calendario, anche il Maestro Pizzaiuolo.

Info wwwpizzavillage.it

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × quattro =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Al via la sesta edizione del Napoli Pizza Village
Successiva NPV Preview: i grandi maestri presentano le novità della Pizza 2017

Articoli Suggeriti

Ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela alla Federico II

Al via la II edizione di Mare Amore e…

In arrivo la II edizione di “Natale in Fiera”

Innamorati del cinema: dal Plebiscito a via Partenope

A Francesco Alberoni il Premio Alvise Cornaro 2013 per la ricerca

Firenze, Il Museo dei ragazzi celebra l’Elettrice Palatina