Pietro Parisi, il cuoco contadino al Forum Europeo dell’Economia Sociale e Solidale


Pietro Parisi è stato invitato quale rappresentante dell’eccellenza italiana all’European Forum on Social and Solidarity Economy (EFSSE) in programma a Bruxelles, mercoledì 27 gennaio.
Chef Parisi, noto come “il cuoco contadino”, farà parte di un selezionato gruppo di giovani convocati da tutto il mondo per confrontarsi ed esporre programmi alternativi per la ridefinizione dei paradigmi socio-economici nel quadro di uno sviluppo sostenibile e solidale. La sua partecipazione sarà legata al workshop “Initiatives and strategies to tackle social exclusion” al cui interno avrà modo di approfondire tematiche a lui care quali la valorizzazione del territorio, l’eco-sostenibilità e l’imprenditorialità responsabile.

Il programma di giornata si articola in un’agenda ricca di appuntamenti: dopo gli speech introduttivi, tra le 11:00 e le 16:00 verranno formati 9 gruppi di lavoro per permettere agli oltre 220 ospiti di poter condividere le proprie esperienze nella ricerca e definizione di nuovi spunti creativi.
Il tema dell’economia sociale e solidale verrà declinato nelle sue molteplici sfaccettature a partire dal “Transformative instruments of finance and mutual aid financing”, passando per l’analisi dei “Trends in alternative economy” sino ad arrivare ai “Communication and training tools”. I partecipanti, provenienti da 8 paesi europei sono stati selezionati al termine di un percorso formativo avente ad oggetto argomenti quali surriscaldamento climatico, agricoltura, welfare, integrazione e altre problematiche di portata globale.
Per Pietro Parisi si tratta di un altro importante riconoscimento internazionale. L’invito al SSE giunge infatti al termine di un anno durante il quale lo Chef è andato sempre più accreditandosi tanto nell’ambito dell’eccellenza agro-alimentare, preparando ad esempio il menù per il presidente Sergio Mattarella in occasione della prima della “Carmen” al Teatro San Carlo, tanto nel concreto impegno dedicato alla diffusione dei valori socio-umanitari.

Pietro Parisi, conosciuto come il «cuoco contadino», è uno dei più rappresentativi maestri culinari italiani.
Formatosi alla scuola di Gualtiero Marchesi, chef Parisi, a seguito di una prestigiosa esperienza nel team di Alain Ducasse, è tornato nella sua città natale, Palma Campana, dove, con l’apertura del ristorante “Era Ora”, ha deciso di puntare sugli aromi e sui sapori tipici della Campania

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × due =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Alla Curia Vescovile di Napoli un corso di aggiornamento su Etica e Deontologia dell’Informazione
Successiva A Napolitivu filo diretto con il sindaco De Magistris

Articoli Suggeriti

Atmosfere latine a Pistoia con il Cuarteto Latinoamericano

La casa editrice Homo Scrivens presenta il libro: Le mani sulla città. Dietro le quinte di un film senza tempo

Coisp: ennesima aggressione alle Forze dell’Ordine

Rai Cinema Channel, disponibile corto con Mariano Rigillo

A San Giorgio a Cremano la prima strada intitolata ai Martiri di Pietrarsa

Giovedì la terza giornata degli Incontri di lettura a Voce alta