Teatro Bolivar, in scena “Prendi il copione e scappa”


Quattro fratelli attori e un copione, unico lascito del defunto padre, grande autore teatrale sono i presupposti della commedia “Prendi il copione e scappa”,  in scena domenica 11 Ottobre al Teatro Bolivar, una produzione “Teatro a Cunzumè”.

Sinossi:

I quatto fratelli Campese sono attori, figli del grande artista Oreste Campese (nome di eduardiana memoria), di cui non riescono ad eguagliare la bravura. In punto di morte, il buon Oreste ha fatto bruciare tutte le copie dei suoi testi e il ruolo di autore viene ricoperto dal primogenito Arcibaldo, con risultati devastanti…Fino al giorno in cui la madre dei quattro, Michela, non consegna loro una valigetta chiusa: l’unico modo per aprirla è risolvere una strana filastrocca. All’interno della valigia dovrebbe trovarsi l’ultimo, e il più comico, testo del padre…

Note di regia.

Prendi il copione e scappa è una commedia ironica e divertente. Racconta i giorni dispari dei fratelli Campese, figli d’arte, le cui opere, a differenza di quelle paterne, non sono per nulla degne d’essere rappresentate. I giorni dispari sono quelli difficili, che via via si arricchiscono delle inquietudini del vivere quotidiano nella società, dell’incomprensione tra parenti, anzi tra figli, prima, e soprattutto fratelli, che avranno a che fare con una scioccante eredità. Una commedia, per l’appunto, e quindi si può ridere di gusto, in maniera semplice e intelligente, leggera, di tematiche e vicende sia familiari che sociali, particolari. Un intrattenimento che fa sorridere e riflettere. La commedia, questa commedia, con tutto il teatro che ne consegue, con i suoi personaggi di varia umanità e “…in cerca di autorità” , non è un futile passatempo, un genere e una realtà marginale, ma uno specchio in cui riflettersi per conoscersi meglio. Dietro un velo melò si nasconde un finale che crediamo importante, di un teatro che guarda alla realtà per aiutare a capire le sue contraddizioni. Di un teatro unito che, insieme ad un impegno dello Stato a favore dell’arte, possa migliorare le condizioni di vita di chi lo guarda, di chi lo fa, di chi lo vive. (Giovanni Merano)
Domenica 11 Ottobre ore 18.00
Teatro Bolivar
Via Bartolomeo Caracciolo, 30
INFO E PRENOTAZIONI : 3394290222 / 0815442616
Trailer —> https://www.youtube.com/watch?v=MIgMBxoGoSM&list=PL6s_0sZerO57EWx-IHp1ik_eeY_ltytB7&index=10

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 12 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente RE PANETTONE® arriva a NAPOLI
Successiva Presentata oggi al Teatro Il Primo la XVIII stagione

Articoli Suggeriti

FS ITALIANE, POLIZZA ASSICURATIVA PER I DIPENDENTI IN CASO DI RICOVERO PER COVID-19

Salute, al via la campagna amica l’olio della prevenzione

MAISON SIGNORE: RED CARPET PER UNA SERA CON PIU’ DI 30 MODELLE E OSPITI DOC

La Pietà a Napoli: visita guidata al Pio Monte della Misericordia

Magna Graecia Film Festival, omaggio a Monica Scattini

Casoria con la semifinale del Festival di Castrocaro, diventa “cartolina” su RAI UNO