Grande successo per il Festival dell’Oriente a Napoli


E’ calato il sipario sulla prima edizione del Festival dell’Oriente a Napoli, il più importante evento internazionale interamente dedicato a culture, popoli e tradizioni Orientali. Sei giorni, 11-12 e 13 settembre e 18-19 e 20 durante i quali la magia dell’Oriente ha attirato un gran numero di visitatori nella splendida cornice della Mostra d’Oltremare, in una area di oltre 30.000 mq sia all’aperto che al chiuso.
Un incontro di tradizioni, culture, folklore, divertimento, musica e cucina orientali che ha consentito agli spettatori di conoscere il mondo orientale nei suoi particolari. Dalle mostre artigianali e fotografiche agli abiti e accessori, dai portafortuna agli unguenti vari, dai massaggi alle discipline marziali: l’Oriente era lì alla portata di tutti.
Atmosfere magiche e ovattate si sono inseguite nei numerosi e affollatissimi mercati tradizionali e nei vari bazar orientali che hanno visto, in questa prima edizione napoletana, oltre 500 espositori di prodotti tipici provenienti dai paesi orientali di tutto il mondo.
Allestiti per l’occasione anche un grande bazar orientale con 350 stand di prodotti tipici, 20 ristoranti etnici, 4 maxi aree interattive per la pratica di arti marziali, di yoga e di discipline bionaturali, e per la prima volta la presenza di 5 palchi, cuore pulsante della manifestazione, che contemporaneamente hanno proposto ai visitatori un’incredibile programmazione, che si è protratta ininterrottamente dalle 11:00 sino alle 24:30, con più di 400 spettacoli per oltre 13 ore d’intrattenimento giornaliero.
Un emozionante viaggio “virtuale” nella magia dell’Oriente: India, Cina, Giappone, Thailandia, Corea del Sud, Indonesia, Malaysia, Vietnam, Bangladesh, Mongolia, Nepal, Rajasthan, Sri Lanka, Birmania, Tibet, ecc. che ha emozionato i visitatori con i colori, le musiche ed i profumi di terre lontane.
Ciliegina sulla torta del Festival dell’Oriente è stata l’Holi Festival. Una vera e propria festa del colore, tipica della religione induista, che celebra l’amore, la vittoria del bene sul male, l’incontro con gli altri, la voglia di stare insieme, di giocare, di ridere, di dimenticare dolori ed amarezze e di elevare il proprio spirito al di sopra delle sofferenze della vita.
L’Holi Festival incoraggia l’integrazione, la pace e l’armonia tra i popoli del mondo, abbattendo le diversità sociali, etniche e culturali. E quale luogo migliore per dare vita a questo rituale della gioia se non il Festival dell’Oriente, dove le culture Orientali ed Occidentali s’incontrano e si fondono in un magico intreccio.
Prossima tappa del Festival dell’Oriente sarà a dicembre nella città di Padova.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − dieci =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente ARRIVATA LA CONVOCAZIONE DEL PREFETTO PER ESPORRE VERBALMENTE LE RAGIONI DEL SINDACATO DI POLIZIA
Successiva Italvolley, diecimila presenze nel week end a Ponticelli

Articoli Suggeriti

Giuliana De Sio premiata al Positano Teatro Festival

TEATRO: NAPOLI – BAIRES E RITORNO IN SCENA A BACOLI

MALATTIE RARE, A RISCHIO SCREENING NEONATALE

“Roots Interchange” New album live tour 2015 al Cpa Live di Napoli

JobDayDemi: oltre 500 giovani incontrano più di 60 imprese

Pharmexpo, oltre tredicimila i visitatori della quinta edizione. Farmacisti finalmente soddisfatti