ART NIGHT VENEZIA 2015. L’arte libera la notte


Dopo il grande successo delle scorse edizioni anche quest’anno la Fondazione Musei Civici di Venezia aderisce ad Art Night, la rassegna organizzata dall’Università Ca’ Foscari in collaborazione con il Comune di Venezia, durante la quale le istituzioni culturali e museali della città di Venezia si animano attraverso una ricchissima proposta di eventi, aperture straordinarie e performance rigorosamente gratuite.

Per l’edizione 2015 l’attenzione al Muve si è focalizzata su alcune importanti “novità”01(2) che si sono realizzate nel corso della prima parte dell’anno: la riapertura del Museo del Vetro di Murano e l’apertura degli spazi al piano terra di Palazzo Mocenigo.

In particolare, per quanto riguarda il Museo del Vetro, si tratta della prima volta in assoluto in cui – proprio grazie a questa proposta – l’isola di Murano entra all’interno del programma della rassegna.

In occasione di Art Night il museo sarà aperto anche oltre il suo consueto orario di visita (dalle 19 alle 23), offrendo l’opportunità di itinerari guidati a partenza fissa (ogni ora, fino alle 22), a cura della responsabile di sede Chiara Squarcina, unitamente ad altre attività in collaborazione con il Comune di Venezia –  Municipalità di Venezia, Murano e Burano.

Presentandosi nel suo allestimento radicalmente rinnovato e ampliato, in seguito al restyling che lo ha di recente interessato – con spazi espositivi quasi raddoppiati, allestimenti e percorsi completamente ridisegnati – il Museo del Vetro ora consente di far cogliere al pubblico, in modo decisamente più chiaro e lineare, gli snodi chiave della suggestiva e millenaria avventura del vetro a Murano.

L’intervento ha visto anche il recupero degli spazi delle ex-Conterie, l’antica fabbrica di perle di vetro – straordinario esempio di archeologia industriale – divenuti un fascinoso white cube aperto ad ospitare anche mostre ed eventi temporanei. Come nel caso dell’omaggio all’artista muranese Luciano Vistosi,  scomparso nel 2010, personalità di grande rilievo nell’ambito della ricerca artistica legata al design del vetro, del quale sono esposte fino al 30 agosto una selezione di sinuose sculture in vetro.

Attraverso la medesima formula dell’apertura fuori orario (sempre dalle 19 alle 23), a Palazzo Mocenigo sarà invece possibile conoscere i tre nuovissimi spazi  al piano terra, recuperati grazie al sostegno di Mavive, con i quali si arricchisce ulteriormente la proposta culturale del Museo di San Stae, vero e proprio unicum nel panorama museale italiano. Si tratta di ulteriore tassello che va a completare la già ricca offerta di una sede ampliata e rinnovata nel percorso e nell’allestimento dal novembre 2013 grazie al progetto dell’architetto, regista e scenografo Pier Luigi Pizzi e all’inedita sezione dedicata alla storia del profumo e delle essenze.

Se al piano nobile, nelle sale dedicate al profumo – perfettamente integrate nelle suggestioni espositive di tutto il museo – strumenti multimediali ed esperienze sensoriali si alternano in un inedito percorso di informazione, emozione e approfondimento, al piano terra sono ora aperte al pubblico due aree dedicate rispettivamente ad approfondimenti multimediali e didattici sul tema del profumo (una Sala Multimediale e un attrezzato Laboratorio del Profumo) e una White Room, spazio destinato a eventi temporanei il primo dei quali, nell’ambito del programma “Muve Contemporaneo”, è l’installazione multisensoriale The Rape of Venice di Andrea Morucchio, prodotta da MAVIVE Parfums Venezia con il contributo di Accademia del Profumo e di Atelier Fragranze Milano.

Una testimonianza, quest’ultima, profondamente empatica ed immaginifica non solo di rappresentazione visiva ma di riflessione sul destino della città dell’artista veneziano, che sarà presente durante la serata e disponibile a incontrare i visitatori di Art Night.

Nello spazio espositivo della White Room verrà diffusa “The essence of Venice”, una fragranza unica, dai sentori marini e vegetali, che combinandosi con le esalazioni salmastre delle pietre del palazzo rappresenta la “quintessenza” di Venezia.

La fragranza è stata realizzata da Maurizio Cerizza di Atelier Fragranze Milano, uno dei più importanti nasi italiani contemporanei.

Nato dalla collaborazione tra i maestri profumieri di Mavive e l’abilità di Maurizio Cerizza, dopo mesi di ricerche e analisi olfattive della laguna di Venezia, il profumo viene diffuso attraverso gli strumenti tecnologici di Be Olfactory Branding, che introducono il visitatore in un’atmosfera surreale.

Sempre e solo in occasione di Art Night – e dunque grazie ad un programma sviluppato ad hoc – il pubblico potrà inoltre sperimentare un breve “assaggio” dei nuovi laboratori sui segreti del profumo (e su come realizzarli personalmente, con appositi kit, ricette ed essenze), tenuti dal maestro profumiere Ivan Chia, mentre nelle sale del museo saranno asperse le nuove fragranze del Solstizio, prodotte da Mavive Parfums.

La serata a Palazzo Mocenigo sarà anticipata alle ore 18.30 dalla presentazione del nuovo supplemento in inserto della rivista trimestrale internazionale Aperitivo Illustrato: #AI MAG ADDENDUM Above and beyond (Greta Edizioni), dove sarà presente con un proprio portfolio fotografico anche l’artista Andrea Morucchio (vedi comunicato stampa a parte).

Il programma della Fondazione Musei Civici di Venezia

Sabato 20 giugno 2015

_

Aperture straordinarie ed eventi

al Museo del Vetro di Murano e a Palazzo Mocenigo

 

Il programma generale di Art Night è scaricabile su www.artnightvenezia.it

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente I Pisani Moretta. Storia e collezionismo: in mostra a Venezia
Successiva Napoli Pizza Village: arriva la pizza gourmet

Articoli Suggeriti

Uffizi: proseguono le visite guidate gratuite. Da venerdì anche per Piero di Cosimo

Sport insieme al proprio cane: tante attività a Quattrozampeinfiera

Agricoltura sociale, in arrivo mille giovani del Servizio civile

Torna “Un mondo di solidarietà”. Madrina Maria Grazia Cucinotta

Letture di legalità, gli studenti dell’Iti Medi incontrano l’autrice del libro “Fiore…come me“

MAV, al via Archeo Video Festival