GUERRIERO LUVO ARZANO TRAVOLGE ROMA


Si chiude con una vittoria sul Volley Group Roma il girone di andata della Guerriero Luvo Arzano. Serviva una vittoria prima del limite ed è arrivata contro una delle cenerentole di questo campionato.

Chi si attendeva un inizio arrembante della Guerriero Luvo Arzano viene immediatamente smentito dall’andamento della prima partita. Dopo un inizio incalzante, la squadra di casa non riesce a mettere le rivali a distanza di sicurezza. Le mini serie vengono immediatamente compensate dalle giocate ospiti, causa anche qualche errore di troppo in alcuni fondamentali.

Si arriva così praticamente appaiati alla fase calda del set. Anche se la Volley Group Roma non dà mai l’impressione di voler prendere fra le mani le redini dell’incontro, resta ugualmente agganciata al set prima di arrendersi.

Guerriero Luvo Arzano più concentrato nella seconda partita. Fatto tesoro degli errori del primo set, la squadra di Caliendo non vuole più concedere nulla alle capitoline e accumula un discreto vantaggio (20-10).

Brunella Amitrano, appena entrata a dare un po’ di respiro a Ketty Vinaccia, esordisce spedendo fuori la palla di servizio. E’ l’unica nota di colore di una frazione che si chiude sul punteggio di 25-11.

Cala la tensione e ne approfitta il Volley Group accumulando un discreto vantaggio in avvio (1-6).Tenta di accorciare le distanze la squadra di casa, iniziando a giocare ma la risalita è faticosa (6-10).

Il pari (15-15) arriva grazie ad un attacco sprecato dalla Liguori. L’equilibrio non si rompe, per cercare di evitare la capitolazione Caliendo è costretto a fermare il gioco (22-23) mentre Campolo sventa il pericolo della prima palla set, si va ai vantaggi.

Aces Vinaccia porta avanti la squadra di casa prima dell’errore decisivo commesso in difesa dalla romana Bigioni chiude il match.

“Finisce un girone di andata di sicuro positivo –commenta a fine gara Nello Caliendo- abbiamo fatto qualche tie-break. Ma noi siamo una squadra che  ha cambiato in questa stagione restando competitiva. Lavoreremo tanto per tornare agguerriti più che mai alla ripresa quando affronteremo in casa il Palmi, prima della classe”.

Continuano intanto a maturare le giovani. In panchina, dopo l’esperienza con il coach azzurro Marco Bonitta, anche Valeria Piscopo. Libero, classe 1999 con tanta voglia di emergere.

Martedì sera l’opposto della Guerriero Luvo Arzano Ketty Vinaccia sarà ospite del programma di Tv Luna “A Tutto Volley”, nel corso della puntata andranno in onda riflessi filmati dell’incontro.

GUERRIERO LUVO ARZANO  3

VOLLEY GROUP ROMA           0

(25-23; 25-11; 26-24)

GUERRIERO LUVO ARZANO: Campolo 16, Rinaldi (L), Cozzolino 2, Vinaccia 7,  Russo 9, Lauro 14, Maresca 11, Ammendola, Amitrano, Non entrate: Del Vaglio, Di Vaio Ammendola, Amitrano, Piscopo (L). All. Caliendo

VOLLEY GROUP ROMA: Mele 6, Kranner 9, Passarini 1, Bigioni 10, Giovannetti, Ieradi 5,  Liguori 9, Bianchi 1,  Tricarico, Lanzi (L). Non entrata: Sabini, Poggi, Dal Sasso. All. Cavaioli

Arbitri: Cosimo Costa e Ivan Grosso

NOTE. Durata set: 28’; 25’; 31’. Battute sbagliate Arzano: 6. Battute sbagliate Roma: 7. Battute punto Arzano: 9. Battute punto Roma: 0. Spettatori: 200 circa.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + due =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Corso di formazione professionale per i giornalisti della Campania con il saluto del Cardinale Sepe
Successiva Galleria dell’Accademia: una targa a testimonianza del mecenatismo dei Friends of Florence

Articoli Suggeriti

ENZO PIETROPAOLI YATRA QUARTET AL POZZUOLI JAZZ FESTIVAL 2015

Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli celebra Giuseppe Verdi

Raciti, Maccari querelato ancora da Roberto Speziale

McDonald’s, classifica in movimento

Gaia Energy Napoli, gara 3 contro Ravenna per la promozione in A2

Raccontiamo le Donne con la poesia, l’arte varia, la letteratura e la musica e quello che loro danno: la vita, la speranza, il coraggio e il conforto, ovvero DANNO AMORE