“Strit Food Festival”, a Napoli si celebra il cibo di strada


Sabato 13 dicembre dalle ore 19 piazza del Gesù a Napoli verrà trasformata in un tripudio di cibo, una festa per gli amanti del mangiar bene, per chi non se ne frega del bon ton. Bancarelle e furgoncini allestiti per la preparazione di numerosi tipi di pietanze illumineranno di sapore una delle location più suggestive della città. Nell’ambito della “Notte d’arte”, organizzata da Love Studio, avrà luogo infatti l’anteprima del “Napoli Strit Food Festival”, kermesse che prenderà corpo nella primavera del 2015.

L’IDEA. Amore, ingegno, cultura, aggregazione. Il cibo è questo e tanto altro. È allo Giovanni Kahn della Corte e Johnnypizzaportafogliostesso tempo il motore dell’economia, l’Italia con la sua cucina è capitale mondiale. La tendenza attuale vede ripudiare il junk food grazie al ritorno alle tradizioni, a qualcosa di “primordiale”: lo street food. La tradizione culinaria napoletana in materia ha una lunghissima storia, un patrimonio immenso. Per dimostrarlo a tutto il paese, il volano più interessante potrebbe proprio essere il “Napoli Strit Food Festival”. Nato da una idea del manager Giovanni Kahn della Corte, creatore del brand “Johnnypizzaportafoglio”, il progetto prende concretezza grazie al dinamismo della Love Studio ed alla collaborazione della Sistema Promozione Turismo.

“STRIT”. L’agenzia Love Studio, alla quale è affidata l’organizzazione e l’intera campagna di comunicazione dell’evento, ha partorito il naming preferendo “strit” alla parola inglese street per mettere in evidenza l’anima partenopea dell’evento, che nasce e vuole crescere nel cuore della città di Napoli.

IL FENOMENO. Sarà un modo per dimostrare che la città di Napoli è al passo con i tempi, che è capace di captare i trends del mondo del food, rispondendo ad essi in maniera proattiva attraverso l’attivazione di una macchina organizzativa funzionate e dinamica capace di dar luce ad un festival tutto partenopeo.  Lo scopo è quello di raccontare uno degli aspetti più vivi della città di Napoli: la tradizione culinaria da strada.

IL FESTIVAL. Durante quest’occasione si farà conoscere al pubblico partenopeo il “Napoli Strit Food Festival” presentando l’evento per grandi linee in modo da creare attese e aspettative tra i futuri partecipanti, offrendo loro un anticipo di festival. Il festival durante l’evento di anteprima non sarà però uno sconosciuto ai più. È già attiva infatti dal una campagna di sensibilizzazione e informazione sui social network ufficiali e attraverso delle iniziative ad hoc che si svolgeranno in seno alla “Notte d’arte” si cercherà di diffonderne la conoscenza.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Jazz, al NAM – New Around Midnight di Napoli omaggio a Renato Sellani
Successiva ADA Campania: Nuovo Direttivo formato da cinque associati Manageritalia Napoli

Articoli Suggeriti

Aperte le iscrizioni al secondo ciclo del Contamination Lab Napoli

Burlesque Cabaret Napoli a Palazzo Venezia

Il 17 dicembre la Città di San Giorgio a Cremano in marcia per la legalità e contro la camorra

CECITA’: AUTORIZZATA L’IMMISSIONE IN COMMERCIO IN EUROPA PER IL RAXONE

Giosy Romano chiude la campagna elettorale

Presentazioni editoriali: c’è Proust a Casa Martelli e Rosselli alle Cappelle Medicee