SICUREZZA: SE AL VOMERO NON C’E’ … FIGURARSI A NAPOLI E PROVINCIA E …


Anche i cittadini del Vomero debbono sapere che la Polizia napoletana ha pochissime risorse e che le continue riduzioni, hanno reso il monte ore di straordinario del Commissariato assolutamente insufficiente a fare fronte alle esigenze di un Ufficio che è “territoriale” e quindi “operativo”, per sua natura.

Lo sconforto appare ancora più evidente quando si opera un raffronto tra il monte ore di straordinario del Commissariato “Vomero” e quello attribuito agli altri Commissariati cittadini e distaccati, nonché agli Uffici della Questura.

Infatti dato per scontato che ciascun Commissariato e Ufficio risulti assegnatario di un numero di dipendenti congruo e commisurato alla propria giurisdizione, è semplice constatare che i dipendenti del Commissariato “Vomero”, possono utilizzare un monte ore pro-capite sensibilmente più basso, rispetto a quello attribuito ai dipendenti assegnati alle altre Articolazioni della Questura. Il raffronto è penalizzante!

Questo nonostante il fatto che, recentemente, la giurisdizione del “Vomero” sia stata ampliata, con l’assegnazione di una ulteriore porzione del territorio cittadino; naturalmente senza alcuna attribuzione di risorse ma con ulteriori tagli.

A Napoli si dice: STAMM FRIJENN O’ PESC CU’ LL’ACQUA!!!

Poiché, com’è ovvio, l’impari distribuzione delle risorse, si traduce in minori servizi per la cittadinanza, si ha quasi l’impressione che si considerino i cittadini del quartiere Vomero, come tutti i cittadini, cittadini di serie “B”, insomma 50.000 abitanti-residenti e la sussistenza sul territorio di uno dei maggiori centri commerciali della città e del maggiore centro finanziario; con la presenza di oltre 30 sportelli bancari in balìa della micro e macro criminalità e, durante la “movida vomerese”, delle “baby gang”! Figurarsi a Napoli e Provincia….

Salutiamo il Signor Questore di Napoli con stima ed ammirazione, ricordando che i poliziotti ed i cittadini del “Vomero”, attendono la Sua gentile risposta.

S.I.A.P.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − due =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente CON ANGELO GARINI A DIMMI DI SI'… AD ISCHIA
Successiva I prodotti di Leopoldo sbarcano nelle vetrine gastronomiche più famose d'America

Articoli Suggeriti

OXALAB, il design autoprodotto protagonista nel tunnel borbonico

Suor Orsola Benincasa, giornata universitaria del Presidente Mattarella

Agosto al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria

Napoli Pizza Village alla Borsa Mediterranea del Turismo

Torre Annunziata: grande successo per il Premio Nettuno 2018

Tutti pazzi per “La cattiva stella” l’ultimo noir di Annavera Viva