Mariglianella: Il caso Enza Pacia. Ecco la Verità


Dopo la lettura dell’articolo del 5 febbraio sul sito web “Marigliano.Net”, l’Assistente Sociale del Comune di Mariglianella, dott.ssa Angela Maria Perna, ha voluto far sentire la sua voce in merito alla triste vicenda di Enza Pacia.

Nella lettera del Parroco Don Pasquale Giannino di Marigliano, tra le altre nobili considerazioni, leggiamo: “Nello specifico chiediamo ai preposti funzionari del Comune di Marigliano, di firmare prima possibile l’autorizzazione ad ospitare Enza e “Ciuffo” (il cane che accompagna la donna da quando la stessa è caduta in disgrazia) nello spazio che Don Pasquale Giannino, il parroco della parrocchia Sacro Cuore, ha allestito all’interno dei locali dell’istituto Torricelli di Pontecitra. Prendendoci cura di questa donna noi affermiamo la nostra volontà di continuare a restare umani a dispetto dei tempi e della superficialità con la quale vorrebbero farci affrontare l’esistenza. Continueremo perciò a pretendere con fermezza ed intransigenza che tutti facciano fino in fondo la propria parte”.

Per dovere di chiarezza e di rispetto della verità occorre fornire all’opinione pubblica ogni utile elemento di conoscenza nella corretta comprensione del caso: Non è vero che “Le istituzioni sanno, ma fanno finta di non vedere”.

Ecco di seguito il contributo dell’Assistente Sociale del Comune di Mariglianella, dott.ssa Angela Maria Perna: “L’articolo pubblicato su Marigliano.Net, in data 5 febbraio, mi ha lasciato oltremodo stupita e perplessa perché chi ha inteso dare voce ai bisogni di Enza attraverso Internet, prima di lanciare accuse gratuite ed infondate, avrebbe dovuto, per amore della verità, acquisire contezza dei fatti prendendo contatti diretti con le figure istituzionali interessate. Seguo il caso di Enza, nonostante non sia più residente in questo Comune dal gennaio 2012 e non solo per deontologia professionale. Grazie alla disponibilità, innanzitutto dell’Amministrazione Comunale di Mariglianella, da sempre sensibile al caso specifico ed in generale alle azioni di sviluppo di tutte le politiche sociali, nonché alla collaborazione di tanti cittadini, non solo di Mariglianella, ma anche dei paesi viciniori e di associazioni di volontariato e gruppi religiosi, è stato possibile mettere in campo interventi su più fronti per aiutare Enza. Dopo aver volontariamente lasciato, nel dicembre 2011, la famiglia Consales, residente in questo Comune, presso la quale aveva trovato un sostegno morale ed economico, ma soprattutto il calore di una famiglia, ancora adesso presente in ogni occasione con il suo aiuto concreto, ad Enza sono state offerte altre svariate opportunità di lavoro come badante presso persone anziane, ma dopo un’iniziale disponibilità vi ha rinunciato. E’ stata collocata in una comunità di suore ad Atripalda ma, a causa del suo comportamento poco rispettoso, non è stata più ben accetta. Le è stato messo a disposizione da un cittadino del posto un locale dotato anche di bagno, ma ha rinunciato anche a questa soluzione. Mi risulta che anche i Servizi Sociali del Comune di Marigliano, dove Enza ha trasferito la propria residenza da gennaio 2012, si sono attivati per aiutarla, ma senza alcun risultato. Si potrebbe ancora andare avanti e la conclusione sarebbe sempre la stessa: nessuna soluzione di aiuto incontra il favore di Enza. A chi minaccia battaglia per Enza, voglio dire: collaboriamo per aiutare Enza in concreto, non solo a parole o nelle intenzioni”.

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + sette =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente SAN BARTOLOMEO CASA IN CAMPAGNA: Domenica a pranzo con La Compagnia delle Ex
Successiva Keisuke Aramaki di ROMEO hotel è l’ambasciatore della cucina giapponese ai Giochi Olimpici invernali in Russia

Articoli Suggeriti

Napoli, salvi zoo ed Edenlandia

Luvo Barattoli Arzano Volley, arrivano i rinforzi

MADDALONI PARLA CON MAURIZIO

TuttoSposi, chiude con la bellezza “Youth” di Madalina Ghenea

Visita al Cimitero delle Fontanelle

IN ARRIVO MODA ALL’OMBRA DEL VESUVIO