Costruttori di futuro: disabilità, agricoltura sociale impresa, co-produzione di cibo civile


“Costruttori di futuro. Disabilità, agricoltura sociale, impresa: coproduzione di cibo civile”: questo il tema del convegno in programma martedì 3 dicembre, dalle ore 9 alle 17, al Centro congressi Environment Park, in via Livorno 58, a Torino. L’appuntamento è realizzato dalla Cpd – Consulta per le persone in difficoltà onlus, in collaborazione con Coldiretti Torino, nell’ambito della Giornata internazionale delle persone con disabilità.

Sarà un’occasione per confrontarsi su diversi temi: l’inclusione lavorativa e la formazione di persone considerate socialmente fragili; le azioni di co-terapia con le piante e gli animali; l’impresa agricola a supporto delle nuove reti di welfare; l’agricoltura sociale, il cibo civile e l’educazione alla scelta del cibo per il ben-essere di tutti. La sostenibilità del cibo che mangiamo è un tema carico di implicazioni positive rispetto alla idea di futuro che intendiamo costruire. Il cibo, infatti, è uno snodo per assicurare diritti di base delle persone. Il diritto alla salute, l’accessibilità al cibo, ma anche la sostenibilità ambientale e sociale dei processi adottati dipendono integralmente dal modo in cui il cibo viene prodotto, scambiato, consumato. La scelta di un cibo civile, capace di produrre benessere ambientale, salute e processi attivi di inclusione sociale e di abilità, rientra a pieno titolo in una nuova alleanza e strategia tra produttori, consumatori e cittadinanza attiva.

Nel cibo civile la produzione di beni di relazione e di socialità, si associa con una rifondata capacità di costruire delle civica contemporanee dove la produzione di valore economico e di valore sociale e ambientale si realizzano attraverso la co-produzione di visioni, idee, tecniche, scelte da parte di una pluralità di interlocutori, famiglie, istituzioni, agricoltori, di quei costruttori di futuro che, a partire dall’idea di cibo civile, ritrovano se stessi e la capacità di affrontare le molteplici sfide in atto.

Questo è il programma del convegno.

Ore 9, apertura Punto caffè di registrazione e avvio serie di laboratori al buio, a cura della Polisportiva Uici Torino.

Ore 9,30. “L’innovazione come processo collettivo”. Introduzione, a cura di Stefania Fumagalli, responsabile Progetti Coldiretti Torino. A seguire, gli interventi di Paolo Osiride Ferrero, presidente Cpd e Roberto Moncalvo, presidente Nazionale Coldiretti.

Ore 9,50-10,40 – Tre voci per cambiare i percorsi dalle “Fragilità alle competenze”: l’inclusione lavorativa e la formazione di persone considerate socialmente fragili. Interventi di Fratel Marco Rizzonato, Cooperativa Cavoli Nostri; Lorenza Roggia, genitore; Carlo Chiama, assessore Provinciale al Lavoro.

Ore 10,40-11:20 – Tre voci per rinnovare i percorsi di cura: le azioni di co-terapia con le piante e gli animali. Interventi di: Luisella Pautasso, Cascina del Mulino, Villastellone; Maria Rosaria Parisi, genitore; Elide Tisi, vice sindaco di Torino.

Ore 11,20-12,10 – Tre voci per rafforzare la qualità della vita delle persone e dei territori: l’impresa agricola a supporto delle nuove reti di welfare. Interventi di: Eugenia Monzeglio, presidente Isit, assessore al Lavoro e formazione professionale Regione Piemonte.

Ore 12,10-13 – Prima fase di proposta “L’agricoltura sociale e il cibo civile”, Francesco di Iacovo (UniPisa).

Ore 13-14 – Pranzo: offerta di cibo civile concettuale

Ore 14-14,20 – La borsa delle alleanze: laboratori per crescere. Intervento di Vittorio Marabotto, UE.COOPiemonte

Ore 14,20-16 – Borsa 1 – L’educazione alla scelta del cibo per il ben-essere di tutti: dai Dca (Disturbi del comportamento alimentare) alla costituzione di ambienti innovativi di scelta. Modera Francesco di Iacovo UniPisa, intervengono: Albergo Etico, Consulta per le persone in difficoltà onlus – Torino, Fida, Federazione italiana disturbi alimentari, Cfp Torino; Cascina di Francia; Nichelino Fertile. A seguire dibattito dal pubblico.

Ore 14,20 – Borsa 2 – Esportabile: dalle iniziative singole ai kit per le scelte civiche pillole di consumo critico e sostenibile. Modera: Vittorio Marabotto. UE.COOPiemonte. Intervengono: Cooperativa Naturalmente, di Farigliano; cooperativa Il Casolare, di Piasco; Cooperativa “180”; Vivai Gariglio, referente provinciale Torino UE.COOP; Consulta per le persone in difficoltà onlus Torino. A seguire dibattito pubblico

Ore 14,20-16 – Borsa 3 – Laboratori di degustazione al buio, a cura di Coldiretti e Polisportiva Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti. Laboratori su prenotazione, al momento dell’accredito.

Ore 16-16,30 – Seconda fase di proposta – Gli esiti della progettazione collettiva, i progetti delle borse delle alleanze: presentazione da parte dei coordinatori dei due gruppi, le collaborazioni future.

Ore 16,30-17 – Chiusura lavori; Michele Mellano, direttore Coldiretti Torino; Gianni Ferrero, direttore Consulta per le persone in difficoltà Onlus, Torino.

La partecipazione al convegno è gratuita. Ingresso facilitato con parcheggio da via Costaguta. E’ garantito il servizio di interpretariato in lingua dei segni italiana e di sottotitolazione, a cura di Culturabile.

[email protected]

 

tel. 011-19862515

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 18 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Brusciano, grande successo per la mostra multimediale
Successiva Maltempo: coldiretti, peso neve fa crollare vigneti. E' calamità

Articoli Suggeriti

Mirco Di Centa a Napoli per apprendere i segreti della cucina partenopea

LA MEHARI DI GIANCARLO SIANI NELLA STAZIONE DI BOLOGNA CENTRALE

Cinema: ‘120 Battiti al minuto’ al Duel Village

Bargello: due settimane di orario più lungo Uffizi e Accademia aperti anche il 5 gennaio

Sabato torna L’Inferno di Dante al Museo del Sottosuolo di Napoli

La casa editrice Homo Scrivens presenta “Immobili ombre”