A Pompei la II edizione del «Salone dell’Usato»


A Pompei (Na) si ripropone il «Salone dell’Usato»: l’evento espositivo che si ispira ai concetti del riutilizzo degli oggetti e dei materiali è in programma dal 1° al 3 novembre 2013 nell’area espositiva del Santuario.

Oltre 200 saranno i partecipanti alla seconda edizione della fiera: si tratta per lo più di persone comuni, ma anche appassionati di collezionismo, di antiquariato, di modernariato e tempo libero che al grido di «Vietato buttare!» potranno comprare, vendere o semplicemente scambiarsi tutti quegli oggetti superati dal design o dalla tecnologia ma che possono ancora tornare utili nelle case moderne.

Curiosando tra gli stand ci si potrà imbattere in oggetti insoliti, ormai introvabili nei negozi e nei circuiti del commercio «tradizionale»: alcuni scomparsi dalle nostre abitudini ma ancora funzionanti, oppure dalle forme rétro che ci riportano indietro nel tempo e nei ricordi. Saranno presenti anche artigiani che, con la loro abilità, daranno una «nuova vita» a cose e materiali.

Il «Salone dell’Usato» è un progetto dell’associazione «Usatiamo» che ha tra i suoi obiettivi l’attenzione all’ambiente e la promozione della cultura «dell’usa & riusa», anziché quella «dell’usa & getta».

La manifestazione si estende su una superficie complessiva di circa 3.000 mq., suddivisa su due livelli al chiuso, dotata di un ampio e comodo parcheggio adiacente la struttura che può ospitare circa 1.000 autovetture. L’ingresso alla fiera costa 3 euro.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 3 =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente CIBUS 2014: LA FIERA DELL’ALIMENTARE ITALIANO PROTAGONISTA NEI MERCATI ESTERI
Successiva I capolavori del Museo di San Gennaro in mostra a Roma

Articoli Suggeriti

TRA MODA E PROFUMO. Ciclo di conferenze a Palazzo Mocenigo

SAN BARTOLOMEO CASA IN CAMPAGNA: Corso di Fotografia Naturalistica

Rosalba Colosimo a Live non è la D’Urso: “Il padre di mia figlia è Tonino Lamborghini”

Al via Ercolano Antiquaria

Pallavolo, Marianna Guerriero Arzano: insidiosa trasferta a Bari

Uffizi: visite guidate alla mostra: Donne del digiuno contro la mafia