Museo di San Marco: visibili fino al 30 giugno le due lunette del Beato Angelico


Lunetta

È prorogata fino a domenica 30 giugno 2013 la possibilità di ammirare da vicino, nella Sala del Lavabo del Museo di San Marco, nell’omonima piazza fiorentina, le due lunette affrescate dal Beato Angelico, staccate in antico dal Chiostro di Sant’Antonino.

Si tratta della lunetta con San Pietro martire che invita al silenzio, proveniente dalla parete sopra la porta di comunicazione tra il chiostro e la chiesa, e di quella con Cristo pellegrino accolto da due domenicani, che era collocata nella parete sopra la porta  di accesso all’antico Ospizio dei Pellegrini.

Non è una mostra, ma un’occasione conoscitiva in più offerta dal Museo e, alLunetta Beato Angelico tempo stesso, un’operazione di valorizzazione delle proprie opere, grazie al sostegno della Fondazione Friends of Florence, che ne ha finanziato il restauro. Il loro recupero rientra nell’ambito del progetto di intervento nell’intero Chiostro, intrapreso da tempo dalla Soprintendenza con l’insostituibile apporto finanziario di quella Fondazione.

Tale esposizione offre ai visitatori l’opportunità di avere una visione ravvicinata delle due opere, prima che sia effettuata la loro ricollocazione in parete. La presentazione delle due opere è accompagnata da un video, realizzato da ArtMedia Studio grazie alla medesima Fondazione, sul restauro eseguito nel 2012 da Bartolomeo Ciccone e Giacomo Dini. L’esposizione delle due lunette è visibile solo durante il normale orario del Museo, ovvero dalle 8.15 alle 13.50.

 

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente San Giorgio a Cremano, al via la settimana della cultura
Successiva Fitoterapia e Integratori in aiuto delle donne

Articoli Suggeriti

Disponibile l’album: Il suo nome è Bond. Forever Bond!

ANGIOEDEMA EREDITARIO: NON SI TRATTA DI UNA BANALE ALLERGIA

Immunodeficienze Primitive: solo la diagnosi precoce può prevenire danni irreparabili

Yvone Christa New York lancia la collezione Botanical Garden

“Le Verità”, in libreria il thriller psicologico di Giuseppe Alessio Nuzzo

Fondazione Castel Capuano: un convegno su “ASSETTI FONDIARI ALTERNATIVI: UN ALTRO MODO DI POSSEDERE”