Convegno sui Fondi Europei al Palazzo della Provincia di Napoli


Si è svolto, questa mattina, presso la Sala Cirillo del Palazzo della Provincia di Napoli, l’incontro dal tema “La nuova programmazione dei fondi Europei: opportunità di sviluppo per le imprese del Sud”.

Argomento del seminario è l’utilizzo dei Fondi Europei, determinanti per lo sviluppo del sistema economico locale e sul  delle imprese. La Comunità Europea, attraverso la programmazione 2013-2020, offre nuove e più efficaci opportunità per il mondo imprenditoriale e per l’economia del territorio, occasione per far interfacciare positivamente il rapporto tra la Comunità Europea e il sistema produttivo territoriale. Uno scenario riformato che prevede agevolazioni per l’accesso ai finanziamenti, semplificazione dell’iter burocratico e tempi più rapidi di erogazione.

L’incontro moderato e condotto dal coordinatore di Prima Persona Napoli, Alfonso Gentile, vede tra gli addetti ai lavori Livio Falcone, Consigliere della Provincia di Napoli, Daniele Marrama, Vice Presidente Istituto Fondazione Banco di Napoli – Vice Presidente Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli, Mariano Giustino, Consigliere d’Amministrazione Svimez, Mario Caputo, esperto di Progettazione Comunitaria Prima Persona, Gianni Pittella, Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo.

Per impegni inderogabili sopraggiunti, hanno mandato il loro saluto ai presenti, Maurizio Maddaloni, Presidente Camera di Commercio di Napoli e Paolo Graziano, Presidente Unione Industriali di Napoli che avevano in programma il loro intervento.

Alfonso Gentile, prima di passare la parola ai relatori, ha fatto un breve excursus sull’associazione di cui è coordinatore. “Prima Persona è un’associazione politica e culturale che ha come obiettivo, la promozione di una democrazia fondata sulla partecipazione popolare” e approfitta per congratularsi proprio della gradita partecipazione dei presenti.

Il Consigliere della Provincia di Napoli, Livio Falcone, rivolgendo il suo personale benvenuto a tutti i presenti nella Sala Cirillo del Palazzo della Provincia, auspica:  “Una migliore gestione dei Fondi Europei per il futuro, una giusta informazione che possa veicolare la politica locale per una più attiva partecipazione ai progetti della Comunità Europea. Accantonare le gelosie settoriali e lavorare insieme per un progetto lungimirante. Per l’orgoglio della nostra terra non possiamo arrivare impreparati all’appuntamento. Immaginiamo gli Stati Uniti Europei. Termina parafrasando il sonetto “Giorno Verrà” tratto dall’opera Misogallo di Vittorio Alfieri: “… giorno verrà in cui voi tutte nazioni europee vi fonderete in una…., giorno verrà che proiettili e bombe saranno sostituiti dalla Democrazia…”

Daniele Marrama, Vice Presidente Istituto Fondazione Banco di Napoli nonchè Vice Presidente Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli: “Constatando che a volte i Campani non sono consapevoli di essere europei prima ancora di essere Italiani, bisogna risvegliare il sentimento di condivisione in chiave comunitaria. Auspico sinergie tra il terzo settore e gli imprenditori per creare il Know How giusto per dialogare con la Comunità Europea e ricostruire così il tessuto sociale in un ottica europea”.

Mariano Giustino, Consigliere d’Amministrazione Svimez, espone delle slide con quanto emerso dal rapporto Svimez, che raccoglie i principali indicatori ed gli andamenti dell’economia meridionale in vari settori chiave come: industria, edilizia, terziario, ecc.

Mario Caputo, esperto di Progettazione Comunitaria Prima Persona: “Il momento in cui viviamo opera delle tensioni molto forti, se aggiungiamo la riprogrammazione del piano regionale, il quadro è completo. Bisogna partire da una strategia contenitore che porti poi all’elemento negoziazione. Abbiamo bisogno di una politica di coesione, e di una strategia ambiziosa per aggiustare il tiro e raggiungere target sempre più alti”.

Chiude il Convegno Gianni Pittella, Vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo auspicando una più precisa attenzione alla programmazione dei fondi europei soprattutto per opportunità di sviluppo per le piccole e medie imprese del Sud.

Nessun Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × uno =

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Precedente Eni al Museo del Louvre Mécène Principal della mostra "Raphaël, les dernières années"
Successiva Mostra fotografica "Resina: terra, fuoco e mare"

Articoli Suggeriti

Torre del Greco, torna il Carnevale estivo

Fondazione Musei Civici di Venezia celebra la Biennale Internazionale d’Arte

Cala il sipario sulla VII edizione dell’Italian Movie Award

Torna la moda all’ombra del Vesuvio

BORRIELLO: ESFOLIAZIONE, PER UNA PELLE SPLENDENTE

Mo te lo spiego a papà, dal blog al libro