Category Archives: associazioni

La violenza di genere. Un convegno al Comune di Napoli

Oltre 330 donne sono state uccise, dal 2000 a oggi, per aver lasciato il proprio compagno. Quasi la metà nei primi 90 giorni dalla separazione. Il rapporto Eures, diffuso qualche settimana fa, li definisce i ‘femminicidi del possesso’, e conseguono generalmente alla decisione della vittima di uscire da una relazione di coppia; a tale dinamica sono da attribuire con certezza almeno 213 femminicidi tra le coppie separate, e 121 casi in quelle ancora unite dove la separazione si manifesta come intenzione.

Una goccia….per la vita!

La Cetra Angelica Onlus in collaborazione con la Croce Rossa Italiana dà il via la progetto “Una goccia…per la vita!”. L’iniziativa ha per obiettivo aiutare i bambini costretti a trasfusioni di sangue. Per l’occasione ogn mese viene organizzato un trasporto gratuito all’ospedale Santobono – Pausilipon per effettuare una donazione di sangue.

CONVEGNO MANAGERITALIA NAPOLI “SCENARI FUTURI DEL MANAGEMENT”

Martedì 4 novembre p.v., si terrà il convegno “Scenari futuri del Management” che avrà luogo durante l’ordinario svolgimento dell’Assemblea di Manageritalia Napoli, presso Renaissance Naples Hotel Mediterraneo, Via Ponte di Tappia, 25 –  Napoli.

Imma Paone, Veterinaria: “Da grande volevo fare il dottore degli animali”

Mi sono recata, in un pomeriggio afoso di questo luglio che non vuole proprio decollare, per un’intervista, presso lo Studio Veterinario della Dott.ssa Imma Paone, un’avvenente quarantenne, bruna capelli corti, molto simpatica e disponibile.

La Dott.ssa Paone ha appena scritto un libro dal titolo “Da grande volevo fare il dottore degli animali” e la mia voglia di intervistarla nasce dal fatto che i proventi del suddetto libro andranno devoluti ad una associazione “A.B.E.T.A. Onlus”, della quale è Vice-Presidente, associazione questa nata per il benessere e la tutela degli animali.

Il Carcere di Santa Maria Capua Vetere intitolato alla memoria del Generale Francesco Uccella, Vittima del Dovere

Oggi 1 luglio 2013 alle ore 11.00 presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce) si è svolta la cerimonia di intitolazione alla memoria del Generale di Brigata AA. CC. Dott. Francesco Uccella, Vittima del Dovere. Hanno partecipato all’evento i familiari del Generale, le massime autorità civili, militari e religiose presenti sul territorio, oltre alle tante persone che hanno avuto modo di apprezzare l’attività e l’impegno del Dott. Francesco Uccella, nel periodo in cui ha guidato il complesso penitenziario di Santa Maria Capua Vetere dal 1991 al 2001.

Alla Camera di Commercio di Napoli si parlerà di Staffetta Generazionale

Manageritalia Napoli, associazione che rappresenta circa 400 manager del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato in Campaniaha organizzato un convegno il prossimo 20 giugno presso la Camera di Commercio di Napoli – Via S. Aspreno 2 – Sala Convegni II Piano dal titolo:

InterAGEing, e “la staffetta generazionale”
un patto tra generazioni in Azienda

Logo interAGEing

  • Superare l’attuale fase d’immobilismo e impasse economica
  • Valorizzare e rimotivare i senior prossimi alla pensione
  • Realizzare nuovi inserimenti in azienda di giovani
  • Controllare i costi del lavoro adottando soluzioni giuslavoristiche nuove o poco praticate

Sono sfide possibili per l’impresa e il mondo del lavoro negli anni che stiamo attraversando?

Nell’ambito del Convegno si  intenderà affrontare  l’analisi dei fenomeni organizzativi più recenti; esplorare prospettive internazionali, normative, sociologiche, manageriali; giungere alla proposta di progetti innovativi e sostenibili per aumentare le opportunità di lavoro e carriera, accrescere la produttività e migliorare la qualità della vita nelle aziende moderne che la crisi internazionale, l’incertezza del futuro produttivo e la riforma del sistema pensionistico italiano stanno mettendo alla prova.

Scarica il programma

Per informazioni e iscrizioni:

napoli@manageritalia.it  tel 081 5513612

Autore: Elena Simonetti

Premio Letterario Racconti nella Rete – XII edizione 2013

L’Associazione Culturale LuccAutori indice la dodicesima edizione del Premio Letterario Racconti nella Rete, nato da un’idea del giornalista Demetrio Brandi. Possono partecipare al Premio tutti coloro che hanno scritto un racconto inedito. Per partecipare basta registrarsi al sito www.raccontinellarete.it .

Piero Grasso e il cardinale Crescenzio Sepe all’inaugurazione dell’associazione antiracket di Portici

Portici (Na) ore 16.00. La chiesa delle Carmelitane, nel Piazzale della Divina Provvidenza, è gremita di fedeli accorsi per sostenere il battesimo della nuova associazione antiracket di Portici intitolata a «Giovanni Panunzio» l’imprenditore pugliese ucciso dalla mafia il 6 novembre 1992 a Foggia.

Erano presenti tra gli altri, oltre al parroco della Chiesa del Sacro Cuore di Gesù padre Giorgio Pisano, il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, Silvana Fucito, coordinatrice regionale delle associazioni antiracket iscritte alla FAIFederazione Antiracket Italiana, il presidente FAI Tano Grasso, l’ex procuratore generale di Napoli e ora presidente onorario della FAI Vincenzo Galgano, Salvatore Palandro presidente della nascente associazione Giovanni Panunzio ed i famigliari di dell’imprenditore scomparso, la moglie ed il figlio Michele.

Presente in modo virtuale, attraverso una lettera letta dal Presidente Tano Grasso, è stato il prefetto Andrea De Martino impegnato istituzionalmente al funerale di Pasquale Romano il 30enne di Marianella, vittima, per sbaglio, di un agguato di camorra il 15 ottobre scorso.

Padre Giorgio Pisano che è stato il fautore della nascita dell’associazione e nel contempo responsabile del centro antiusura ‘don Pino Puglisi’, alla presenza dei 15 associati commercianti e degli esponenti delle forze dell’ordine, ha sintetizzato un punto molto importante che ha dato l’incipit alla nascita dell’associazione: “Nell’ottobre 2002 accolsi le confessioni di due commercianti oppressi da gente senza scrupoli che chiedeva ‘soldi per i carcerati’ periodicamente ed incuteva paura. Quando resi pubblica questa situazione incresciosa, fui ritenuto un visionario. Da allora, come sacerdote, ho sempre seminato perché non si spegnesse la speranza e la coscienza civile in città e soprattutto in questa particolare realtà costituita dal commercio e dall’imprenditoria2.

Si susseguono le testimonianze degli intervenuti. Il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso: “La sola opera della Magistratura e delle forze di polizia non produce effetti se non è supportata dai cittadini… Il controllo sociale è più forte di qualsiasi controllo di legalità”.

Il Presidente della neo-associazione, l’imprenditore porticese Salvatore Palandro: “Vogliamo essere un seme di speranza e di giustizia sul territorio”.

Tano Grasso presidente onorario Fai: “Adesso i colleghi di Portici hanno questo strumento che è l’associazione. Un movimento antiracket riesce ad aver successo solo se mantiene un rapporto di fiducia con le forze dell’ordine e in questa sala ne abbiamo l’esempio plastico”.

Silvana Fucito, coordinatrice regionale delle associazioni antiracket Fai: “Sono felice di questa nuova associazione porticese, per tutti noi comincia il vero lavoro animato dalla voglia di riscatto di liberare il territorio dall’oppressione della camorra”.

Michele Panunzio, figlio Giovanni Panunzio: “Se allora ci fosse stata l’associazione mio padre sarebbe ancora in vita”.

L’ex procuratore generale Vincenzo Galgano: “La spirale negativa che sembrava avvolgere i nostri territori si è interrotta grazie al vostro lavoro a quello delle forze dell’ordine e alla presa di coscienza di chi produce e ha deciso di camminare sulla strada del riscatto2.

Non sono mancate delle piccole battute come quella sulla buona cucina napoletana. In conclusione l’episodio estorsivo dell’incendio del ristorante ‘Ciro a mare’ nel 2009 al Porto del Granatello. In quell’occasione i proprietari apposero un lenzuolo su quello che restava del locale con la scritta ”Chiuso per camorra”.

A tal proposito il sindaco dimissionario Vincenzo Cuomo ha dichiarato: “Spero di vedere un lenzuolo con su scritto Riaperto contro la camorra che restituirà giustizia alla imprenditoria e alla città”.

Il cardinale Crescenzio Sepe ha chiuso la serata con un augurio: “La nascita dell’associazione equivale a piantare una bandiera sul territorio che si è conquistato grazie alla volontà di restare uniti”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi